Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

Il fine settimana di Ocarina #78  BOOM! Crescere nei libri – Bologna

In occasione del Bologna Children’s Book Fair che si è tenuto dal 22 marzo fino ad oggi, il Comune di Bologna propone per tutto il weekend una serie di iniziative dedicate all’infanzia e all’immagine disegnata. Un’ esplosione di eventi che prenderà corpo in “BOOM! Crescere nei libri”, il nuovo programma di mostre e appuntamenti di livello internazionale rivolti ai bambini e alle famiglie che saranno organizzati in 64 diversi luoghi della città. In tutto sono previsti più di 160 appuntamenti, tra incontri, letture, performance, laboratori, proiezioni e spettacoli… 

Da non perdere il progetto speciale “La via Zamboni delle bambine e dei bambini”, proposto dal Sistema Museale di Ateneo e rivolto ai più piccoli.

Sabato 24 marzo alle 10.30, presso la Collezione di geologia “Museo Giovanni Capellini” (Via Zamboni, 63), si svolgerà la Lettura animata Il “Dinodoro” di Marcus Pfister per bambini dai 4 ai 7 anni. La storia di Dinodoro accompagnerà i bambini nel mondo dei Dinosauri dei quali sarà possibile vedere alcuni stupendi scheletri nelle sale del Museo Capellini. L’itinerario terminerà con un laboratorio grafico e ogni bambino potrà ritornare a casa insieme a Dinodoro!

Dalle 10.30 alle 12.00, è in programma una passeggiata alla scoperta dell’Orto Botanico (Via Irnerio, 42), per scoprire piante e fiori a inizio primavera. I bambini dai 6 in su potranno inoltre partecipare al laboratorio didattico “Nuovi germogli e vecchi frutti”. Un’iniziativa molto divertente in cui raccontando storie a spasso nell’Orto e giocando con i suoi semi, i bambini apprenderanno quanto questi, anche se minuscoli, contengano un mondo meraviglioso

Nel pomeriggio, alle 15, si svolgerà il Laboratorio didattico per bambini dai 6 agli 8 anni, “Scombina la Storia”, presso il Museo di Palazzo Poggi (Via Zamboni 33). I bambini si cimenteranno in una fantastica impresa: scombinare e ricombinare i miti raccontati dagli antichi dipinti che decorano le pareti del Museo di Palazzo Poggi. 

Ma le iniziative del  “BOOM! Crescere nei libri non finiscono qui. Vi consigliamo infatti di consultare il programma completo della manifestazione.

A questo punto non ci resta che augurarvi una bellissima Pasqua!

Oggi Ocarina ascolta #77 Woobinda

In occasione dell’ uscita di Ocarina Mimì, l’edizione speciale dedicata alla primavera, oggi vi proponiamo un brano che parla di natura e di animali.
Facciamo un salto indietro tra le sigle degli anni ’70 e ci ascoltiamo  “Woobinda”! Composta da Riccardo Zara nel 1978 la canzone divenne molto famosa, ancora di più delle  serie televisiva australiana per cui era stata realizzata. Magari qualche “bambino” di quegli anni conserverà ancora il 45 giri in cui lo stesso Zara, insieme a  Le Mele Verdi cantavano le avventure di Woobinda, il mitico veterinario che si adoperava per curare gli animali e salvarli dalle mire dei cacciatori.

Là nel deserto australiano due cacciatori spiano
due pecore e un canguro che giocano fra loro
Spara un fucile e ferisce il piccolo canguro
che resta steso al suolo chiamando chi lo salverà

Woobinda, aiutami
Woobinda, ma sbrigati
Woobinda se ti vede il cacciatore scapperà
Woobinda, fai subito
Woobinda, inseguilo
così che a non sparare agli animali imparerà”

Ecco la prima parte del testo di quella che sarà una delle prime sigle animaliste della storia dei telefilm!

Qui è possibile acquistare il brano 

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #76 Kids Sound Fest 2018- Milano

Questa domenica tutti a Milano per la festa più family rock dell’anno! il Kids Sound Fest 2018, organizzato dalla rivista GG – Giovani Genitori, giunto alla terza edizione. Una giornata tutta dedicata alla musica, con tanti laboratori, giochi musicali e performance, tutti a misura di bambino e tutti ad ingresso gratuito fino ai 3 anni.

L’appuntamento è al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci che  dalle ore 9.30 alle 18.30 aprirà le sue sale inedite e gli spazi segreti.
La manifestazione si rivolge ai piccoli ma anche ai più grandicelli fino all’adolescenza, che avranno l’opportunità di avvicinarsi alla musica in modo divertente ed originale.

In questa giornata dedicata all’audio per bambini non poteva mancare Ocarina che parteciperà al Kids Sound Fest con una performance musicale itinerante. Ogni animatore del Festival terrà con sé una Ocarina portando a spasso tra i diversi padiglioni un energico e divertente rock’n’roll adatto anche ai più piccoli. Naturalmente nella playlist non mancherà il famoso pezzo dei Guns N’Roses Sweet child o’mine, colonna sonora dell’edizione di quest’anno.  

All’interno del Museo sono stati allestiti 5 padiglioni:
Padiglione Olona: una grande area, con cuscini e tappeti morbidi per i più piccoli. Una baby zone 0-3 in cui non mancheranno mini concerti e storie in musica pensati per le orecchie dei piccolissimi.
Sala cenacolo: ispirati dalle note e guidati dalla fantasia, questa è l’area delle lezioni concerto, dei live Ableton e delle performance di grandi artisti che scelgono di regalare esibizioni speciali pensate appositamente per la Kids Sound Fest.
Padiglione Aeronavale: un’immersione nel mondo dell’ascolto attraverso Laboratori di tastiere per un primo approccio allo strumento e all’utilizzo della propria voce attraverso giochi musicali condotti da insegnanti Yamaha di educazione musicale per l’infanzia. Seguiranno laboratori dedicati al pianoforte come strumento di espressione e di improvvisazione sperimentale.
Padiglione Ferroviario: esibizione live di Checcoro, primo coro a cappella LGBT di Milano.
Padiglione Aeronavale, piano -1: un’intera sala realizzata in collaborazione con Ubisoft  per scatenarsi con uno strepitoso e attesissimo Just Dance Show. Gli animatori faranno divertire i bambini coinvolgendoli a ballare le hit più famose del momento tratte dall’ultima edizione della serie di videogiochi di ballo più amata da grandi e piccini, Just Dance 2018.

Ma non finisce qui. In programma tanti altri appuntamenti e momenti di festa degni di Woodstock. Qui è possibile consultare il programma completo.

A questo punto non ci resta che augurarvi un bellissimo weekend Rock con Ocarina al Kids Sound Fest!

Oggi Ocarina ascolta #74 Hey Ya! – Outkast

Oggi Ocarina  è in vena di fare festa ed ascolta Hey Ya!hit ballabilissima degli Outkastraccomandata per il buonumore e ideale per affrontare la settimana.
Pubblicato nel settembre 2003 dal duo statunitense, il brano riscosse un successo planetario, tanto che il noto magazine Rolling Stone lo classifica come numero 180 nella lista delle 500 migliori canzoni di sempre. 

Grande fortuna anche per l’album intitolato Speakerboxxx/The Love Below, in cui Hey Ya! è contenuta, considerato il secondo disco hip hop più venduto negli USA

Qui è possibile acquistare la canzone 

Di seguito il video molto divertente ispirato al The Ed Sullivan Show, il programma televisivo statunitense che fece scoprire i Beatles agli Stati Uniti.

La Valigia del Talento. Storie segrete di bambini prodigio – il primo progetto Edu firmato OcarinaSound

In arrivo nuovi ed esclusivi contenuti audio di Ocarina, questa volta con una finalità educativa, rivolti ai bambini in età scolare e alle loro famiglie.
Si tratta di storie registrate in tre lingue che raccontano la vita di 4 enfants prodige e dei loro viaggi, attraverso aneddoti ed esperienze.
Il nuovo progetto che si intitola La Valigia del Talento. Storie segrete di bambini prodigio sarà presentato domenica 25 novembre a Milano, presso la la sezione didattica del Triennale Design Museum ed ha l’obiettivo di stimolare la conoscenza nei bambini di nozioni storiche, culturali e linguistiche in maniera spontanea e coinvolgente anche attraverso suoni e musiche dell’epoca. La realizzazione dei contenuti in italiano, inglese e francese vuole inoltre aiutare a sviluppare l’orecchio linguistico e stimolare il naturale apprendimento delle lingue divertendosi.

Il progetto è stato curato da OcarinaSound da un soggetto di Luca Scarlini,  storico dello spettacolo e autore conosciuto in Italia e all’estero, in collaborazione con Bloom-la radio des enfants, realtà parigina che sviluppa contenuti audio con format innovativi, e Storynory il più importante produttore indipendente inglese che da oltre 15 anni realizza audio fiabe per la prima infanzia.

Istrionico improvvisatore, Scarlini ha scritto e raccontato in esclusiva per Ocarina le vite di bambine e bambini vissuti in diverse epoche storiche e famosi in tutto il mondo, soffermandosi sulle loro esperienze e le loro avventure. Un punto di vista quindi capace di rendere questi personaggi più vicini e simili a noi, pur nella loro straordinaria talentuotosità:

  • Wolfgang Amadeus Mozart, a otto anni viaggia in Italia, dà concerti, scrive sinfonie, scopre la bellezza del cantabile italiano e si innamora delle capriole di Arlecchino;
  • Umm Kulthum, massima cantante araba del Novecento, a otto anni viene vestita dal padre in abiti maschili, per poterla far cantare ai matrimoni e nelle cerimonie sul delta del Nilo; non riprenderà i suoi abiti finché non avrà diciotto anni, al Cairo, come racconta il romanzo di Selim Nassib, “Ti ho amato per la tua voce”.
  • Maria Gaetana Agnesi, milanese, a metà settecento è la prima donna in Europa a insegnare matematica a Bologna. Da bambina parla in greco, in ebraico e dà lezioni di poesia, viaggia subito per l’Europa.
  • Tiziano, nelle montagne del Cadore, a sei anni, con colori ottenuti spremendo il succo di erbe e fiori, dipinge l’immagine della Madonna sui muri della casa paterna.

Da sempre impegnato nella promozione dell’arte e della cultura fin dall’infanzia, Luca Scarlini parla dei bambini prodigio ponendo l’attenzione non tanto sulla loro fama, ma sulla loro vita disagiata, fatta spesso di sofferenze e imposizioni da parte di famigliari o insegnati. “Così come si può ascoltare nelle storie della Valigia del Talento – sostiene l’autore fiorentino- gli enfant prodige vengono ammirati da tutti ma spesso non sono bambini felici: in questa prospettiva il talento è un dono o un problema?”

Negli anni Scarlini ha realizzato molti progetti audio, raccontando favole, in radio, nelle scuole, nei teatri, anche se ci tiene a ribadire che le sue narrazioni sono destinate a tutti, non solo ai bambini: “Non mi piace fare distinzioni tra pubblico adulto e giovane perché penso che semplicemente ognuno interpreta e recepisce le storie in maniera diversa. Sicuramente i bambini sono sono una categoria umana che può sorprenderti, fuori dagli schemi. E’ seducente sedurre un pubblico di bambini”.

Il prossimo 25 novembre presso il Triennale Design Museum sarà Luca Scarlini a raccontare le storie delle Valigia del Talento, mettendo in scena una performance  adatta ai bambini ma anche alle loro famiglie. L’evento è realizzato nell’ambito della Mostra Giro Giro Tondo. Design for Children, presso la quale Ocarina è esposta, e si terrà all’interno nella suggestiva cornice della Balena di Pinocchio.
A partire dalle 15.30, si svolgeranno tre repliche: in italiano alle 15.30 e alle 16.30, in inglese alle 16.00. La durata di ciascuna replica è di circa 25 minuti.
L’ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria a 
tdmkids@triennale.org

Il fine settimana di Ocarina #57 Segni New Generations festival – Mantova

Si conclude domenica 5 novembre a Mantova Segni New Generations, il festival internazionale d’arte e di teatro per l’infanzia.
Per 8 giorni artisti di vari paesi d’Europa e del mondo si danno appuntamento in città per spettacoli, laboratori, percorsi d’arte e performance che mescolano tra loro musica, pittura, recitazione, danza e scultura e che sono rivolti in modo particolare a un pubblico d’età compresa tra i 18 mesi e i 18 anni! 

Nato 12 anni fa per far avvicinare i più piccoli al mondo artistico, il Festival ha saputo trasformarsi ed evolversi così come i tempi e le tendenze. Oggi il New Generations è dedicato al mondo delle scuole, delle famiglie e a tutti coloro che amano il teatro, la ricerca e i linguaggi delle arti.

Il programma prevede oltre trecento eventi che si tengono nelle più belle location della città di Mantova. Palazzo Ducale, Teatro Bibiena, Sala delle Cappuccine, Palazzo Te, Palazzo Broletto e molti altri spazi della città che si trasformano per l’occasione in luoghi di teatro tutti da scoprire. 

Ogni anno il festival è rappresentato da un animale che, disegnato dai più grandi artisti – gli scorsi anni da Altan, Bergonzoni, Sanna, Moretti – diventa il simbolo dell’edizione, dando vita ad un’operazione artistica che coinvolge oltre 5.000 partecipanti da tutta Italia.
Protagonista dell’edizione 2017 è la chiocciola, disegnata dalla cantante Giorgia. Simbolo della lentezza e della costanza, la
 chiocciola, con il suo guscio a forma di spirale, rimanda anche all’idea di evoluzione costante: parte da un punto per allargarsi, crescere, accogliere. 

Lentezza, consapevolezza e incontro sono quindi le parole chiave che quest’anno accomunano le esperienze a teatro, i momenti ludici, i laboratori.

Attorno al concetto di tempo che si dilata e cambia a seconda di come lo viviamo gioca lo spettacolo Un Giorno, messo in scena dal Teatro all’Improvviso da lunedì 30 ottobre a domenica 5 novembre, presso il Teatro San Leonardo.

Da non perdere anche sabato 4 domenica 5 novembre il viaggio lento a tempo di musica fra i miti che hanno ispirato Il Signore degli Anelli: presso il il Teatro Bibiena si terrà Il Ritmo della Norvegia fra note e miti boreali grazie ai musicisti Paolo Bonati, Roberto Dani e all’attrice Sara Zoia.

E ancora viaggi ma in bicicletta e controvento la storia di emancipazione di Alfonsina Strada raccontata in Ruote Rosa. Lo spettacolo è prodotto dal Teatro-Residenza Initinere e va in in scena al Centro Contardo Ferrini sabato 4 e domenica 5 novembre.

Per le famiglie il tempo rallenta e si fa scoperta alla Chiocciolateca nel Palazzo dei Bambini in piazza Alberti animato dalla didattica del Parco del Mincio con Alkèmica, tutti i giorni da mercoledì 1 a domenica 5 dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17.

Il Programma prevede tantissimi altri appuntamenti pensati per diverse fasce di età. 

Qui è possibile consultare l’elenco degli spettacoli, eventi e incontri esauriti e ancora disponibili… in costante aggiornamento! 

Oggi Ocarina ascolta #28 La Pimpa – Nuvole a primavera

E’ finalmente arrivata la primavera e noi vogliamo festeggiarla insieme alla Pimpa, la cagnolina più famosa d’Italia, la più amata dai bambini. Si intitola “Nuvole a primavera” il racconto che abbiamo scelto per l’occasione, in cui la cagnolina a pois rossi magicamente colora di bianco le nuvole grigie dell’inverno, trasforma il cielo in un bel blu acceso, e finalmente fa risplendere il sole!

Nata nel 1975 sul Corriere dei Piccoli, una delle riviste storiche per bambini dell’epoca, dalla matita di Francesco Tullio-Altan, la Pimpa ha conquistato  non solo il cuore di generazioni di piccoli lettori ma anche l’approvazione di genitori ed insegnanti. Tutt’ora i bambini, soprattutto i più piccoli, amano il mondo fantastico della Pimpa, dove tutto è possibile, fatto di animali parlanti e di oggetti animati con visi e anch’essi parlanti. 

Così come spiega il fumettista Tullio-Altan che inventò il personaggio ispirandosi proprio all’atteggiamento della figlia, la Pimpa piace ai bambini perché fa un gioco che loro amano molto, quello di animare tutto ciò che li circonda. E’ un’attività che stuzzica la fantasia dei piccoli e crea tra loro e Pimpa un forte legame affettivo. I bambini si identificano con lei perché percepiscono il mondo nello stesso modo.

La Pimpa offre inoltre uno spaccato di vita serena, dove tutto è molto avventuroso, ma anche tranquillo, senza tempo e i bambini possono rilassarsi, abbandonando i ritmi frenetici a cui spesso sono abituati. Sorridente e piena di vita, la cagnolina esplora il mondo attorno a sé, magari volando in aeroplano fino in Africa, andando con il razzo Egidio tra le nuvole, sulla luna e in mezzo alle stelle, giocando con i fiori e gli insetti che si animano, per poi tornare a casa la sera dal suo Armandone.

Dopo il grande successo riscosso fin dalla prima uscita, le avventure della Pimpa sono state riproposte attraverso diversi format. Nel 1987 la Franco Panini Ragazzi stampò un giornale esclusivamente dedicato alle sue avventure, con uscita mensile, apprezzato soprattutto dai bambini più piccoli. Sempre nello stesso anno furono prodotte due serie a cartoni animati per la televisione, una da 50 episodi di 10 minuti Serie La pimpa che fu poi interrotta perché richiedeva troppo lavoro, e un’altra ancora in corso Le nuove avventure della pimpa con, per ora, 20 episodi da 5 minuti l’uno. Le musiche di quest’ultima serie, che ha avuto diffusione e programmazione internazionale, vincendo anche il premio “Cartoon On the Bay” sono state realizzate da Beppe Crovella, autore anche della sigla e creatore delle sonorizzazioni e dell’effettistica audio. 

Nel 1998 la Pimpa appare anche in teatro, con lo spettacolo Pimpa cappuccetto rosso e Pimpa, Kamillo e il libro magico, seguito nel 2003 da Pimpa sogni d’oro, realizzati dal Teatro dell’Archivolto, e riproposti in DVD.

Dal 2009 L’editore Franco Panini ha pubblicato all’interno della collana Piccole storie numerosi racconti della Pimpa tra cui anche quello che vi proponiamo oggi Nuvole a primavera.

Nel 2011 viene prodotta una nuova serie della Pimpa, attualmente in onda su Rai YoYo.

Il fine settimana di Ocarina #23 – Festival Internazionale “Visioni di futuro, visioni di teatro…”

Questo fine settimana vi segnaliamo un evento imperdibile pensato soprattutto per famiglie con bambini piccoli. Si tratta del Festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia “Visioni di futuro, visioni di teatro…”che si tiene al Teatro Testoni Ragazzi di Bologna da sabato 24 febbraio al 5 marzo. Dieci giorni dedicati al teatro per bambini da zero a sei anni con 26 spettacoli in 42 repliche, presentati da 20 compagnie e con artisti e operatori da quattro continenti.

Ricco anche il calendario degli appuntamenti con la formazione e l’aggiornamento per gli adulti, con laboratori d’arte per educatori e insegnanti, conferenze e focus su esperienze internazionali, dedicati a Cuba e alla Norvegia. 

Per i bambini la novità di quest’anno è la presentazione dei primi cinque spettacoli Wide Eyes, realizzate da 5 differenti paesi,  Belgio, Danimarca, Italia, Polonia e Romania, con l’intento di ritrovare la capacità di stupore dei bambini nella pratica artistica, mettendola al centro della produzione teatrale dedicata alla prima infanzia. Wide Eyes, infatti, è l’azione di  coproduzione  del progetto “Small Size – performing arts for early years finanziato dal programma Creative Europe dell’Unione Europea, che ha l’obiettivo di diffondere il teatro per i più piccoli e impegna La Baracca-Testoni Ragazzi come capofila.
Tra le 11 compagnie straniere spicca poi la forte presenza di ospiti dal continente africano, coi sudafricani Magnet Theatre e Pillow Fort Production, assieme alla Compagnia Shazama dal Camerun.

In occasione del Festival sei giovani artisti, provenienti dall’estero e da diversi ambiti disciplinari, avranno la possibilità di incontrare i bambini all’interno dei nidi e delle scuole d’infanzia. È “Artist meet early years”, un’opportunità per testare il proprio lavoro, raccogliere reazioni, incrementare la propria personale ricerca artistica stando a diretto contatto coi più piccoli.  Con “Open Window”, invece, un gruppo di artisti di Assitej Cuba incontrerà da vicino nuove esperienze di teatro per i piccolissimi. 

Di seguito segnaliamo gli spettacoli in programma questo fine settimana:

Venerdì 24 febbraio
ore 18.30 – da 3 a 6 anni
EKHAYA / Casa. Una produzione Magnet Theatre (Sudafrica). Canti coinvolgenti ispirati a diverse tradizioni sudafricane creano uno spettacolo che esplora la relazione fra i bambini e lo spazio domestico.

Sabato 25 febbraio
ore 10 – da 2 a 5 anni
MEKAIH / Le Strade del legno. Una produzione Magnet Theatre (Camerun). Semi, radici, alberi, legna da ardere, bastoni e carta: queste sono le molteplici vite del legno. Lo spettacolo porta i piccoli spettatori alla scoperta delle caratteristiche di questo materiale, così amichevole, melodioso e flessibile a prescindere dalla forma. Davanti agli occhi dei bambini si aprirà un mondo di suoni e ritmi, di motivi e disegni sulla vita del legno nel mondo.
ore 11 – da 2 a 5 anni
JUST HERE / Proprio qui. Una produzione Pillow Fort Production (Sudafrica). Just Here è uno spettacolo di burattini. Racconta la storia della piccola Kodu, che non può alzarsi dal letto fino a quando, con un po’ di magia, la fantasia e i burattini danno vita al suo mondo.
ore 18 – da 4 a 8 anni
L’ARPA MAGICA. Una produzione La Baracca – Testoni Ragazzi. Una dolce storia d’amore, che in un intreccio magico di suoni, danze e parole, rivelerà i misteri del bosco.

Domenica 26 febbraio
ore 10 – da 2 a 5 anni
MEKAIH / Le Strade del legno
ore 11 – da 1 a 4 anni
UNA STORIA SOTTOSOPRA. Una produzione La Baracca – Testoni Ragazzi. Due personaggi surreali abitano su piani diversi, si muovono su lati opposti e osservano le cose da due diversi punti di vista.
ore 16.30 – da 1 a 4 anni
PERNUTA SOMNOROASA / Piccolo cuscino assonnato. Una produzione Teatrul Ion Creanga (Romania). Gli occhi dei bambini sono sempre spalancati, e quando arriva l’ora di dormire, si spalancano ancora di più! Quando le luci si spengono, i bambini accendono l’immaginazione, e le storie spiegano le loro ali. Nelle ore del mistero e della meraviglia si inventano nuovi giochi.
ore 17.30
EKHAYA / Casa – da 3 a 6 anni

Qui è possibile trovare il programma completo di tutti gli appuntamenti del Festival.

Per informazioni e prenotazioni: 051 4153700 dal martedì al venerdì dalle ore 14.00 alle 17.00.

Il fine settimana di Ocarina #22 – Firenze Libro aperto

Questo fine settimana non possiamo proprio mancare alla prima Edizione della Fiera del Libro che si terrà a Firenze (Padiglione Spadolini – Fortezza da Basso), da domani venerdì 17 a domenica 19.

Si tratta del  primo importante appuntamento per l’editoria organizzato nel capoluogo toscano a cui sono stati invitati tutti gli editori nazionali.
Numerosi gli eventi in programma: presentazioni di libri, incontri con autori, laboratori e perfino spettacoli e concerti.

E’ prevista un’intera area dedicata ai ragazzi e bambini, che sarà curata da Teresa Porcella e dall’associazione culturale SciogliLibro e che ospiterà per tutti e tre i giorni del Festival eventi di altissima qualità.

Partiamo dalle presentazioni di libri per l’infanzia che avranno come ospiti alcuni degli autori più importanti del settore, come Domenico Barillà, Fabio Geda, Federico Taddia, Sara Marconi, Patrizia Rinaldi, ecc. e  illustratori come Pep Montserrat, Otto Gabos, Tuono Pettinato, Arianna Papini, Sophie Fatus, Fuad Aziz, Simone Frasca.

In programma anche molti laboratori d’arte, musica e illustrazione dedicati a bambini ed ai loro genitori. Di seguito vi segnaliamo i laboratori rivolti ai bambini più piccoli (3-6 anni):

* MI DISEGNI UN PICCOLO PRINCIPE? Laboratorio di lettura e illustrazione a cura di Scioglilibro BABALIBRI Per bambini di 3-5 anni

* ANCHE GLI ALBERI HANNO UNA VITA Laboratorio d’illustrazione con Francesca Pirrone TERRA NUOVA Per bambini di 3-6 anni

* SOLE E MARE Laboratorio di lettura e arte con Fuad Aziz MATILDA Per bambini di 3-16 anni.

Ricca anche la selezione di spettacoli e concerti, molti dei quali sono adatti anche ai bambini in età prescolare:

* LA LEPRE PAZZA Racconto teatrale interattivo con Giuliana Piroso ISOTS-LIBRI VOLANTI Per bambini 3-6 anni

* NOTTE E GIORNO Incontro con musica e immagini dal vivo con l’autrice Teresa Porcella e con l’illustratrice Sophie Fatus FRANCO COSIMO PANINI Per bambini di 3-6 anni

* BUCHI, BACI, MANI, VOCI Spettacolo di musica e immagini con Teresa Porcella FRANCO COSIMO PANINI Per bambini di 4-7 anni e famiglie

* LA FAMIGLIA ROCCAROLLA Concerto Rock per bambini con Marco Morandi e Matteo Giannetti Per bambini e ragazzi di 3-10 anni.

Infine, fuori del Programma Ragazzi, vi segnaliamo per sabato 18 alle 18,00 la performance musicale di Vinicio Capossela che sicuramente piacerà anche ai piccini. Il cantautore omaggerà Modigliani insieme a Maurizio Bellandi, autore di “Amedeo Modigliani. Le pietre d’inciampo”(Sala Musica Spazio Orchidea)

Qui è possibile scaricare il Programma Ragazzi e il Programma Completo della manifestazione

L’ingresso alla fiera è di € 10

Bambini fino a 11 anni: ingresso gratuito. Ragazzi da 12 anni a 17 anni: ingresso 5 euro. Abbonamento per i tre giorni: 20 euro (presentando la tessera coop: 18 euro)

Il fine settimana di Ocarina #20 (3-4-5 febbraio)

Questo fine settimana andiamo in gita a Torino, dove tra teatri, musei, parchi e molte iniziative pensate per bambini e famiglie, c’è sicuramente molto da divertirsi.

Domenica il primo appuntamento imperdibile al Teatro Vittoria della rassegna di teatro musicale: Raccontami una nota. Favole musicali per famiglie. Si tratta di una iniziativa organizzata dall’Unione Musicale di Torino, con in programma sei spettacoli che si terranno sei domeniche pomeriggio e che hanno l’obiettivo di avvicinare i più piccoli alla musica classica, emozionandoli attraverso le avventure di baroni, principi e imperatori, personaggi strampalati e compositori immortali. La musica sarà la vera e propria protagonista degli spettacoli, in un intreccio di suoni, parole, immagini, video, danza…

Domenica il primo appuntamento alle 16,00 con PLOF, liberamente ispirato a “Il trattamento Ridarelli” di Roddy Doyle. Uno spettacolo pensato per i bambini comico e spiazzante, un’autentica esplosione di allegria dove si intrecciano dialoghi irrazionali, personaggi improbabili, musiche tutte da scoprire. “Chi siano i Ridarelli nessuno lo sa. Nessuno sa esattamente come siano fatti perché nessuno, o quasi, li ha mai visti. No, il loro “trattamento” non consiste nel solleticare le vittime fino a farle morire di risate; ha invece a che fare con la cacca: pestare un’abbondante popò di cane è la giusta punizione che i Ridarelli infliggono agli adulti che puniscono i bambini senza ragione.”

Diventata ormai una Onlus leader nell’organizzazione di concerti di musica classica, l’Unione Musicale di Torino, ha deciso da qualche anno di rivolgere sempre più le sue attività ai giovanissimi. Ecco allora, accanto alla programmazione istituzionale di concerti e alla nutrita programmazione per le scuole, diverse iniziative per bambini che tanto successo hanno incontrato nella scorsa stagione.

Oltre a “Raccontami una nota”, torna da febbraio Ateliebebè. Primi suoni con mamma e papà, format con cadenza mensile, la domenica mattina, per bimbi da 0 a 24 mesi. Stesso ritmo e stesso giorno per il nuovo laboratorio Noteingioco. Divertirsi con la musica, per i bambini dai 18 ai 36 mesi, ideale prosecuzione del percorso di avvicinamento alla musica di Ateliebebè.

Qui è possibile consultare il programma completo delle iniziative per bambini.