Il fine settimana di Ocarina #62 Firenze Light Festival

L’8 dicembre Firenze torna ad accendersi con il “F-Light”, il  Firenze Light Festival che per un mese rivestirà di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. L’evento, dislocato in oltre 15 luoghi, propone video-mapping, proiezioni, giochi di luce, installazioni artistiche, attività educative e incontri.

Quest’anno il fil-rouge della manifestazione sarà la parola frontiere, intese come orizzonti e limiti, sia in senso fisico che metafisico. Ma anche in senso di sfide, come quella di connettere presente e passato, città e popoli lontani tra loro. 

La luce illumina infatti nuovi scenari scientifici, ma anche culturali, sociali o geopolitici, aprendo nuove visioni e facendoci scoprire e valorizzare il passato.

Il Festival come di consueto prenderà il via con l’accensione del grande albero di Natale l’8 dicembre in Piazza Duomo: da quel momento, che simbolicamente avvia le festività natalizie, prenderanno vita i principali eventi di F-Light. 

Tra i video -mapping più ad effetto che sicuramente affascineranno anche i più piccoli, quello su Ponte Vecchio, realizzato da IED, Istituto Europeo di Design che nelle edizioni 2015 e 2016 è stato fotografato da decine di migliaia di persone. Icona di Firenze e del Rinascimento, il Ponte vecchio diventerà la tela su cui – con il patrocinio di UNHCR – la città di Firenze intende generare una riflessione sul tema delle migrazioni, ponendo l’attenzione sulla crisi globale dei rifugiati. 

Sempre a cura di IED torna  “Dimora Luminosa”, che illuminerà la facciata della Basilica di Santo Spirito, in Oltrarno, con le opere dei partecipanti alla open call lanciata dall’Istituto fiorentino. Oltre 200 gli elaborati raccolti, una quindicina le realtà cittadine coinvolte, dagli asili nido ai centri anziani: il più giovane autore ha 8 mesi, il più anziano 100 anni*. In programma anche un evento speciale, il prossimo 13 dicembre, con la live performance del visual designer fiorentino Simone Massoni, illustratore del New Yorker, che per l’occasione “disegnerà” sulla Basilica. Musica a cura di Associazione Culturale Lungarno con Dj Tomo.

Per i più piccoli consigliamo di fare un passaggio presso la Basilica di San Lorenzo sulla cui facciata sarà proiettato un racconto fantastico: una fiaba silenziosa, dove passato e presente convivono. Protagonisti giganteschi balene e dirigibili, in un Nord idealizzato e lontano. E poi uccelli, animali, insetti, edifici, paesaggi, tracce, un flusso metafisico di giganti sospesi nei mari e nei cieli. A cura di MBVision con Animation Lights Project e ISIA.

La manifestazione prevede anche tanti appuntamenti speciali, incontri e attività. Per i bambini sono in programma i “laboratori allo specchio”, un viaggio in sei tappe tra esperimenti e sorprese legati alla luce, scienza e tecnologia, a cura di LENS – Laboratorio Europeo per la Spettroscopia Non-Lineare.

Qui è possibile trovare il programma completo degli eventi.