La musica per sognare, crescere, formarsi: una testimonianza dell’Ostetrica Marina Salomé

“Quando ero molto piccola i miei genitori mi regalarono un registratore a nastro, colorato e molto carino, con un piccolo microfono per registrare.

Subito questo registratore diventò il mio compagno, e in particolare il mio amico durante la notte. Non andavo mai a letto senza di lui. Dentro, inserivo tante cassette audio: di Anne Sylvestre, ma anche Steve Waring, Henri De, o Marlene Jobert la cui voce, al tempo tenera e quasi rocciosa, mi ha raccontato la storia di Pollinico e o Bianche neve. Queste voci, quei suoni, mi rassicuravano. Le canzoni facevano parte della mia vita, i personaggi raccontati erano i miei amici e stimolavano la mia immaginazione. Mentre ero dentro il mio letto, nella mia camerata, senza i miei genitori, la musica e le storie mi permettevano di non sentirmi sola.

Ho capito rapidamente come inserire la cassetta nella giusta direzione. A volte era necessario riavvolgere il nastro. Ero padrona di questo oggetto. Ricordo di aver provato una grande soddisfazione quando per la prima volta ho premuto il pulsante “Play”. Poi è iniziata la magia. Un universo si è aperto davanti a me.

 La musica mi ha accompagnata fin da bambina trasportandomi verso il mondo dei grandi. Come una solida rete di sicurezza, qualcosa a cui potermi sempre rivolgere.

Oggi sono una ostetrica. Nella vita di tutti i giorni, consiglio ai genitori di far familiarizzare i loro figli con la musica. I bambini spesso hanno bisogno di sentire una presenza che li rassicuri e che li protegga. Ocarina può essere per i genitori uno strumento molto utile che consente di accompagnare i loro bambini in ogni momento della giornata: dal risveglio fino alla fase dell’addormentamento (al suo interno sono presenti playlist con rumori bianchi, suoni della natura, musica classica, che facilitano il sonno).

Con Ocarina, i bambini possono trasportare suoni rilassanti, musica, storie nei loro mondi segreti.
Grazie ad un ascolto indipendente i bambini possono formarsi in completa privacy in modo da esplorare il mondo e assaporarlo con piacere”.

Ringraziamo Marina Salomé per la sua testimonianza. Marina è Ostetrica, vive a Parigi e lavora con donne in gravidanza, neo mamme e bambini appena nati.