Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

The Pond

Il fine settimana di Ocarina #95 Festival del Gioco Folgaria – Lavarone

Questo weekend sull’Alpe Cimbra in Trentino, negli scorci incantati di Folgaria e Lavarone, si tiene l’atteso appuntamento del Festival del Gioco iniziato già da domenica scorsa. Una bella iniziativa per le famiglie e i bambini di tutte l’età, con tanti giochi, spettacoli ed eventi, escursioni, tutti ispirati alla fiaba dell’Alpe Cimbra e ai suoi personaggi.

Nato 5 anni fa, il  Festival vuole rileggere le antiche leggende dell’Alpe Cimbra i cui personaggi ben si prestano a trasferire, in chiave moderna, i valori della montagna, le tradizioni, la storia e l’amore per la natura. Ecco allora prendere vita la streghetta Perti, il folletto FliFlick, lo stregone Bertold: all’inizio semplici personaggi della Fiaba, oggi mascotte e protagonisti degli eventi principali.  

I bambini e i ragazzi dai 3 ai 12 anni faranno una vera e propria full immersion nelle grandi foreste dell’Alpe Cimbra con escursioni nei luoghi più suggestivi -la Valle del Rosspach, il Sentiero dei Gigantila foresta della Gon– con laboratori organizzati dal Mart e dal Muse come:

Alberi fatti con alberi (3 > 6 anni) laboratorio di rappresentazione degli alberi usando parti dello stesso albero; 

Millefoglie (3 > 6 anni) laboratorio di sperimentazioni creative con le foglie; 

Sussurri tra gli alberi (7 > 12 anni)  laboratorio di creazione di una piccola scultura.

Bellissimi anche i percorsi organizzati nei numerosi sentieri tematici (il Sentiero dell’Immaginario, quello “Dalla Storia alle Storie” o quello delle Pozioni, con splendide vedute panoramiche e tante interessanti notizie da apprendere) dove per l’occasione saranno organizzate letture e concerti con particolari strumenti, come il pianoforte ad acqua.

Il programma del festival prevede attività diverse per due scaglioni di età, dai 3 ai 6 anni e dai 7 ai 12 anni rendendo l’esperienza veramente a misura di bambino.

Ecco alcune delle attività più curiose proposte questo weekend per i bambini più piccoli 3-6 anni:

Venerdì 27 luglio

alle 10,00, Percorso sensoriale nel bosco con racconti di fiabe (Lavarone)

alle 15,30 Un asino per amicoConoscenza dell’asino e breve prova di conduzione in recinto,( ranch degli asinelli, Novellari) 

Ore 15.30 – Il gioco delle sfere (Costa di Folgaria)

Ore  21,30 balli con le fate e spettacoli per bambini (Piazza Marconi, Forgaria)

Ore 22.00 Musica per le strade con la Banda Folkloristica di Folgaria (Centro Folgaria)

Sabato 28 luglio

ore 10,00, Lettura della fiaba L’Avez del Prinzep e l’incantesimo del folletti del bosco con l’autrice Maria Luisa Clerico | Lavarone, Malga Laghetto

10.00 Passeggiata al Sentiero dell’Acqua: con preparazione del pane e merenda

16,30 Trekking con le capre: escursione facile per bambini piccoli

Qui è possibile leggere il programma completo del festival.

by admin in Uncategorized

L’estate è un momento importante per lo sviluppo del linguaggio del bambino: l’intervista di Ocarina alla logopedista francese Elsa D’Allens

In occasione dell’estate Ocarina ha intervistato Elsa D’Allens, logopedista francese, per parlare del suo lavoro con i bambini che hanno problemi di linguaggio e chiedere anche alcuni consigli utili per i genitori su come sfruttare al meglio le vacanze, i viaggi e i momenti di relax….

Per prima cosa le chiederei una breve presentazione si se stessa e della sua sua attività lavorativa

Sono un logopedista e lavoro part-time in un ospedale in pediatria: neurologia con bambini con epilessia, danno cerebrale, malattia sindromica, patologie neurodegenerative e disturbi alimentari. Lavoro anche in un ambulatorio con bambini e adulti che hanno tante difficoltà come Alzheimer, Parkinson, ictus cerebrale o trauma cranico, disturbi dell’apprendimento, autismo ecc.

Siamo in estate e ci piacerebbe dare alcuni consigli ai genitori che hanno bambini con problemi di linguaggio per utilizzare al meglio anche questo periodo di pausa dalla scuola e da tutte le attività svolte durante l’anno.

Le vacanze sono un momento in cui i bambini devo prima di tutto staccare la spina, rilassarsi e divertirsi…spesso però sono anche un’occasione per crescere e consolidare le conoscenze e competenze acquisite durante l’anno. Anche i bambini che hanno problemi lessicali, spesso a settembre, al rientro delle vacanze estive sono spesso migliorati….

I bambini imparano con più piacere e più facilmente mentre giocano. E questo è vero ancora di più per i bambini con problemi linguistici. Un ambiente sicuro e amorevole è il modo migliore per fare nuove acquisizioni! La maggior parte delle volte, durante le vacanze, la pressione è meno forte ed è una buona opportunità per i bambini di fare nuove esperienze. L’autostima può essere aumentata e i bambini sono orgogliosi di tornare e mostrare i loro progressi.

Basandosi anche sulla sua esperienza, ritiene che per il bambino che segue una terapia logopedista sia importante e fruttuoso interrompere per qualche mese concedendosi una pausa di relax o al contrario crede che la terapia debba essere  proseguita in maniera costante e continuativa?

La logopedia è un programma personalizzato basato sulle difficoltà e le abilità di ciascun paziente. Una pausa durante le vacanze è positiva al fine di alleviare la pressione che è costante per i bambini con difficoltà erudite. Tuttavia notiamo spesso che l’evoluzione è migliore quando la terapia viene regolarmente seguita.

Può darci alcuni suggerimenti per riuscire a stimolare il linguaggio dei bambini e magari sfruttare le attività nuove che vengono fatte in vacanza come rinforzo linguistico?

Parlare con i propri figli, anche piccoli, è il modo migliore per aiutare loro a sviluppare le abilità linguistiche. La lingua non è un esercizio né un obiettivo, è uno strumento per comunicare. La comunicazione consiste nel condividere il quotidiano, parlare di ciò che vedi, raccontare ciò che hai fatto durante il giorno e goderti la condivisione con gli altri.

Leggere storie, scrivere cartoline o un piccolo diario per le vacanze è un buon modo per migliorare la lingua, imparare nuovi vocaboli o sintassi. Giocare su parole o cantare fa bene anche alla lingua e alla memoria.

Esiste qualche attività e gioco da fare indicata per stimolare il linguaggio?

Per stimolare la lingua e aiutare un bambino con difficoltà è importante ascoltarlo e dargli il tempo di rispondere. Spesso, quando vogliamo aiutare qualcuno a parlare, parliamo troppo e non ci fermiamo abbastanza a lungo da lasciarlo parlare. Stare allo stesso livello e mantenere il contatto visivo con il bambino quando parli con lui lo aiuterà a concentrarsi sul significato e sulle parole che usi, sui movimenti delle labbra e della lingua. Per i bambini con difficoltà fonologiche puoi rallentare il tuo discorso e enfatizzare un po’ la tua prosodia. Giocare tagliando la parola in sillabe o suoni (a seconda del livello del bambino) aiuta a memorizzare le parole anche complicate e prepara anche per imparare a leggere.

Come possiamo sapere se le attività proposte e i giochi stanno procedendo bene?

Al primo posto mettiamo il divertimento! Se il bambino si sta godendo i giochi imparerà qualcosa di sicuro!

Infine una domanda più generica…l’ascolto secondo lei può aiutare i bambini a migliorare il linguaggio? ci può parlare della sua esperienza in merito?

La musica è molto importante nell’apprendimento della lingua. Il ritmo, la musica delle frasi (prosodia) è una parte importante dell’apprendimento. Anche in caso di persone che hanno subito traumi con danni celebrali che interessano l’emisfero sinistro (dove si trovano i centri del linguaggio) l’ascolto della musica, così come il canto può aiutare loro la riabilitazione e il recupero della parola. 

by admin in Uncategorized

La Playlist di Ocarina: Il Viaggio Mondiale

In occasione dei mondiali di calcio 2018 Ocarina ha realizzato un “mini tour musicale” tra i paesi partecipanti. Oggi vi propone la playlist di questo viaggio con musiche originali per bambini dalle varie parti del mondo. Si tratta di una selezione di sigle di cartoni animati o di canzoni per i più piccoli, ideale da ascoltare in viaggio…speriamo che vi piaccia:

1. BrasileReal in Rio – (From Rio)

2. GiapponeSigla finale di Ponyo sulla scogliera

3. MessicoUn Poco Loco (From Coco)

4. RussiaSigla iniziale di Masha e Orso

5. FranciaLa chanson d’Asterix – Grand Orchestre du Splendid

6. Marocco – La Chanson d’Azur et Asmar  – Gabriel Yared; Souad Massi

7. SenegalKirikou (From Kirikù e la strega Karabà)

8. ArgentinaSigla iniziale di Mafalda

9. InghilterraSpoon Full of sugar – (From Mary Poppins)

10. Belgio – Sigla iniziale di The Adventures of Tintin

Ocarina vi augura buone vacanze e tanti bellissimi viaggi dedicandovi…

 “Buon viaggio” di Cesare Cremonini

by admin in Uncategorized

Il fine settimana di Ocarina #94 Umbria Jazz (Perugia)

Termina questo fine settima Umbria jazz, importante manifestazione mondiale di musica jazz che si tiene a Perugia ormai da 45 anni. Nove giorni di concerti, di grandi maestri del jazz e di big internazionali: dai Massive attack, storica band britannica fondatrice del genere trip hop ai Chainsmokers duo dei record che ha dominato tutte le classifiche internazionali nel 2017. Molti gli eventi gratuiti e le marching band che si possono ascoltare lungo le vie del centro del capoluogo Umbro.

Inoltre una cosa molto importante…anche quest’anno l’organizzazione non si è dimenticata delle famiglie ed ha previsto due spazi attrezzati per i bambini: presso l’Arena Santa Giuliana e in Piazza Italia sono state allestite due aree aperte dalle19 alle 24 dove i piccoli possono giocare, prendere parte ai laboratori musicali e rilassarsi, mentre i loro genitori si godono i concerti. 

Intanto questo weekend è tutto pronto per i grandi live di chiusura in programma presso l’Arena Santa Giuliana

Venerdì 20 alle 21,00 c’è grande attesa per David Byrnefondatore e frontman dei Talking Heads, talento multiforme, vincitore di un Oscar, un Golden Globe e due David di Donatello.

Sabato 21 alle 21,00 è la volta degli Hypnotic Brass Ensemble, una band di ottoni che si è formata nel South Side di Chicago. Il gruppo è a conduzione familiare, visto che i suoi membri sono sette dei figli di una leggenda del jazz della Windy City, Phil Cochran.

Domenica 22 luglio, alle 21,00 chiude la manifestazione Gregory Porter che presenterà dal vivo il suo omaggio a Nat King Cole, oggetto del suo più recente disco (il quinto in studio) uscito qualche mese fa per Blue Note.

Per conoscere tutti i concerti e gli eventi del Festival, di seguito potete trovare il programma completo.

by admin in Uncategorized

Oggi Ocarina ascolta #92 La chanson d’Asterix

Oggi Ocarina termina il suo mondiale musicale, dedicando l’ultima canzone alla Francia, nazione vincitrice dei campionati mondiale di calcio 2018. Per l’occasione ha scelto La chanson d’Asterix, brano della Grand Orchestre du Splendid, gruppo francese formatosi nel 1977 e ancora attivo. Composta da musicisti esperti, l’orchestra ha un’identità musicale molto varia: oscilla tra jazz, reggae, swing, salsa, mambo o ska.

Molto ballabile ed adatta ai bambini, La chanson d’Asterix viene realizzata dalla Grand Orchestre du Splendid nel 1984 ed ha come protagonista Asterix, piccolo guerriero baffuto gallo, personaggio principale della omonima serie di fumetti, uscita per la prima volta in Francia nel 1959 e ancora famosa in tutto il mondo.

Sia Asterix che il suo amico panciuto Obelix hanno accompagnato l’infanzia di molti di noi! I due erano sempre alle prese con la legione romana e riuscivano ogni volta a vincere grazie alla pozione magica del druido Panoramix.

…..E proprio in questi giorni sorge spontaneo un dubbio… dietro la vincita della Francia ai mondiali di calcio non si nasconderà un segreto? Forse la pozione magica di Asterix?  🙂 

non lo sapremo mai!

Intanto Ocarina propone La chanson d’Asterix, allegra ed ideale per fare festa!

Ai più nostalgici consigliamo di ascoltarsi anche anche la soundtrack originale Astérix le gaulois, che già alle prime note fa fare un tuffo nel passato! Qui potete acquistarla.

 

by admin in Uncategorized

Il fine settimana di Ocarina #93 Mercantia – Certaldo (FI)

Dall’11 al 15 luglio si tiene a Certaldo (FI), in uno dei borghi più belli della Toscana, che ha dato i natali a Boccaccio, il Festival Mercantia.
Giunta alla 31esima edizione la manifestazione che più di ogni altra ha fatto conoscere il teatro di strada in Italia, si rinnova e da “Festival internazionale del teatro di strada”  diventa “Festival internazionale del Quarto Teatro”. Quest’anno infatti, per la prima volta le strade di Certaldo entreranno a far parte di un più ampio progetto europeo di ricerca teatrale e anche le case del paese si apriranno al pubblico per dare vita a un teatro d’appartamento.

Ogni sera sono in programma più di 100 eventi e spettacoli pensati e realizzati da circa 400 diversi artisti provenienti da tutto il mondo. 5 giorni di magia in cui i visitatori, non appena varcheranno le mura antiche, saranno proiettati in un mondo colorato, fatto di funamboli, cantastorie in ogni angolo che incantano bambini con fiabe e novelle, ballerini di pizzica, trampolieri, teatrini di marionette, marching band che coinvolgono grandi e piccini in canti e balli sfrenati, concerti d’aria con contorsionisti e acrobati che si esibiscono a ritmo di jazz, e molto altro ancora.

Tante le novità rispetto al 2017 ma anche alcune conferme:

La performance dei dinosauri avveneristici degli olandesi Close Act (piazza s. Annunziata) che tornano dopo lo strepitoso successo dello scorso anno. I Saurus si aggireranno con i loro ruggiti tra la folla in cerca di cibo, creando confusione e scompiglio. Ma un barlume di speranza si riaccende tra gli spettatori quando i Saurus iniziano a mangiare le foglie di una pianta… Sono vegetariani! 

Il Teatro in miniatura di Chumbada cachumba (piazza degli alberelli) eseguito con piccoli burattini, pupazzi o oggetti che insieme ad un racconto e/o musica si trovano in una “scatola scenica”. Due spettacoli della durata di circa due minuti ciascuno: Lo spettacolo “Las calacas” (Il ballo degli scheletri) è solo per una persona. In questo spettacolo si osservano situazioni teatrali dove i personaggi sono burattini in piccola scala. Il burattinaio si posiziona dalla parte opposta della scatola e mette in scena lo spettacolo usando luci, audio e oggetti vari. Il pubblico vede lo spettacolo attraverso uno spioncino ascoltando la storia con delle cuffie. La stessa tecnica è utilizzata anche per lo spettacolo “Vamos a la playa…ohohoho”: un barcaiolo incontrerà svariati problemi durante il viaggio. Squali, immondizia e vulcani, per una storia… esplosiva.

Tra le le novità europee del progetto speciale “Mysteries & Drolls”, progetto di ricerca e produzione triennale su arti giullaresche, vi suggeriamo di non perdervi:

Il nuovo show dell’artista anglosassone Adrian Kaye (p.za S.S. Annunziata) in cui l’improvvisazione e il pubblico hanno sempre un ruolo  determinante. Che Adrian divenga un cane fedele che segue un casuale padrone o diriga il traffico come un improbabile vigile, riesce sempre a suscitare l’ilarità e la sorpresa degli spettatori….

 “Bapo” (Convento agostiniano), una performance musicale, originale e divertente con 22 clacson accordati differentemente e attaccati su tutto il corpo, con un repertorio esteso di rock, jazz e blues fino a vari brani classici, combinati con giocoleria, slapstick e un piccolo ukulele basso.

Infine vi consigliamo lo show del one man band El Loren (via del castello)  che si esibirà con percussioni, tubi in Pvc, secchi di vernice, padelle, biciclette, teglie, posacenere; tutti oggetti riciclati, progettati, assemblati e realizzati a mano da lui stesso. L’ispirazione viene dalla musica elettronica che crea un ambiente ipnotico, sulla base di ritmi biologici che rendono il ballo pubblico universale. Gli stili sono Techno, Electro, Dub, Hip-Hop, Funk… 

Ma non finisce qui. Sono tantissimi gli eventi interessanti, tutti ad ingresso gratuito. Per maggiori informazioni vi consigliamo di scaricare il programma completo del festival. 

by admin in Uncategorized

Oggi Ocarina ascolta #91 Real in Rio – sigla iniziale di Rio

Anche questo lunedì Ocarina continua il suo “tour musicale” tra i paesi partecipanti ai Mondiali di calcio 2018. Il paese scelto è il Brasile che sebbene sia stato eliminato dal girone, resta comunque un paese protagonista di questo campionato. 

Per l’occasione Ocarina ha selezionato Real in Rio, la sigla iniziale del film di animazione per bambini Rio, uscito nelle sale nel 2011, diretto da Carlos Saldanha e prodotto dagli Blue Sky Studios, gli stessi creatori della divertente trilogia de L’era glaciale.

Ambientato tra la città di Rio de Janeiro e  la Foresta Amazzonica in Brasile, la commedia-avventura è incentrata sulle vicende di Blu, un pappagallino che decide di abbandonare le comodità della sua gabbietta nella piccola cittadina del Minnesota per dirigersi verso Rio, alla ricerca di una compagna. Il tutto dà vita ad un favola magica, romantica, ma anche una festa che trova la sua forza proprio nella divertente e ritmata colonna sonora, realizzata John Powell, che mescola r&b e salsa.

Qui è possibile comprare la sigla iniziale “Real in Rio”

Di seguito il video

by admin in Uncategorized

Il fine settimana di Ocarina #92 Il Cancello delle favole- Formia (Lt)

Dal 6 all’8 luglio nel cuore del quartiere medievale di Castellone a Formia (Lt) torna  il festival di teatro per ragazzi “Il Cancello delle favole” promosso dal Teatro Bertolt Brecht di Formia

La manifestazione, giunta alla VI edizione, è una delle tappe del Festival Internazionale “Marameo che quest’anno coinvolge, oltre Formia, anche l’Abruzzo e le Marche per poi partire alla volta del Ghana.

L’antico anfiteatro di Formia, conosciuto come il “Cancello”, si riapproprierà della propria vocazione un po’ magica, grazie alle attività e agli spettacoli per i bambini e le famiglie con la direzione artistica di Maurizio Stammati.

Tre giorni di favole a colazione, laboratori didattici (animazione alla lettura, illustrazione, costruzione di pupazzi e burattini), spettacoli serali e presentazioni di libri e molto altro ancora.

Tutte le sere alle ore 19:00 e alle ore 21:00 un doppio spettacolo di teatro per ragazzi con alcune delle compagnie più affermate nel panorama nazionale del Teatro per ragazzi: 

il 6 Luglio al salone della Parrocchia Madonna del Carmine “Il Pifferaio magico” del Teatro dei colori di Avezzano e poi al Cancello “Pinocchio e Mangiafuoco” del Teatro Bertolt Brecht; 

il 7 Luglio “I vestiti nuovi dell’imperatore” del Teatro Verde di Roma, “Cenerentola Folk” del Teatro Invito di Lecco;

l’8 Luglio gran finale con “Lo strano caso del dr Jekyll e del sig Hyde” della Compagnia Molino D’arte di Altamura e la prima della nuova produzione del Teatro Bertolt Brecht “La fantastica storia dell’Orlando Furioso”.

Il 6 luglio il Festival sarà esteso anche al reparto di pediatria dell’ospedale di Formia con musica, burattini e teatro per rendere protagonisti nche i bambini ricoverati.

Inoltre per tutti e tre giorni, nel pomeriggio all’interno dell’anfiteatro, sarà possibile vedere correre e girare bambini in festa che suonano e si fanno sentire…compariranno burattini artigianali o strani personaggi sui trampoli.

Qui è possibile scaricare il programma completo

by admin in Uncategorized

Oggi Ocarina ascolta #90 la sigla finale di Ponyo sulla scogliera

Oggi Ocarina dedica la canzone della settimana al Giappone, la cui nazionale si è aggiudicata per un soffio gli ottavi di finale dei Mondiali di calcio 2018.
Per l’occasione ascoltiamo la sigla finale originale di “Ponyo sulla scogliera” famoso film d’animazione di Hayao Miyazaki.

Uscito nelle sale giapponesi nel 2008 e in quelle italiane nel 2009 “Ponyo sulla scogliera” è una dolcissima storia d’amicizia tra una pesciolina che sogna di diventare umana e il bambino Sosuke.

Altrettanto simpatica e dolce anche la sigla finale, intitolata “Gake no Ue no Ponyo” brano musicale del gruppo folk Fujioka Fujimak pubblicato nel 2007, benché abbia ottenuto attenzione solamente all’uscita del film. La versione italiana della canzone è invece cantata dal musicista e compositore Fabio Liberatori con sua figlia Sara Liberatori.

Qui potete acquistare la sigla in versione italiana.

Di seguito il video originale.

by admin in Uncategorized

Il fine settimana di Ocarina #91 In viaggio tra le stelle e i pianeti – Planetario Roma

A partire da questo weekend inizia al Planetario di Roma una nuova stagione di spettacoli astronomici dedicati a grandi temi dello spazio, del tempo, dell’origine dei pianeti e delle stelle con proiezioni coinvolgenti guidate dagli astronomi di Zètema. All’interno del teatro astronomico nell’Ex Dogana di San Lorenzo (via dello Scalo San Lorenzo, 10), i bambini, insieme ai loro genitori, faranno un tuffo cosmico alla scoperta dell’universo!

Per conoscere i segreti e i retroscena dell’esistenza della vita oltre il nostro sistema solare, si potrà assistere allo spettacolo “Mondi Lontani… Vita Aliena?”che si ispira a una delle domande più antiche dell’umanità: siamo soli nell’universo? La produzione ha la regia di Björn Voss del Planetario di Munster e l’adattamento tecnico a cura dello staff scientifico del Planetario di Roma.

Il secondo format proposto sarà quello di Openspaces, un’esperienza vertiginosa che farà rivivere un tuffo cosmico attraverso gli anni luce. Il pubblico si troverà in un immenso simulatore di volo universale. Accompagnati dagli astronomi, si potranno sorvolare le valli di Marte e attraversare gli anelli di Saturno, per poi essere scagliati fuori dal Sistema Solare tra le galassie oltre la Via Lattea, fino ai confini dell’universo conosciuto. 

In occasione dell’estate il Planetario aprirà  il suo grande cielo per accogliere i bambini davanti alle stelle. Lo spettacolo pensato per i bambini più piccoli, si intitola “3, 2, 1… in Orbita!” ed è una produzione originale degli astronomi del Planetario di Roma che condurranno i bambini nel viaggio esplorativo del cielo stellato, aiutandoli a riconoscere le stelle, avvistare i pianeti e disegnare le costellazioni di stagione. I bambini proveranno così il brivido di diventare piccoli astronauti grazie agli astronomi che li guideranno in un volo avventuroso fra i pianeti.

Gli spettacoli hanno una durata di un’ora in differenti fasce orarie: dalle ore 11:00 alle ore 17:00 con tre proiezioni differenti.

Qui è possibile trovare tutti gli orari e le informazioni complete

by admin in Uncategorized