Spedizione gratuitaGaranzia 24 mesiMade in Italy

Oggi Ocarina ascolta #30 Conan, il ragazzo del futuro

Nell’aprile di 39 anni fa veniva trasmessa in Giappone  la prima puntata di “Conan il ragazzo del futuro” diretto da Hayao Miyazaki e considerato da molti il più bel cartone di tutti tempi!  Chi era bambino negli anni 80 si ricorderà sicuramente anche della bellissima sigla, un vero capolavoro che in Italia venne cantata da Giorgia Lepore, interprete di altri cartoni animati molto seguiti in quegli anni, come Mimì e la nazionale di pallavolo, Peline story,  Ryu il ragazzo delle caverne.

Ispirata dal romanzo “The incredible tide” di Alexander Key, la serie “Conan il ragazzo del futuro” fu trasmessa per la prima volta dal 4 aprile al 31 ottobre 1978 sulla rete giapponese NHK TV in 26 puntate, per poi arrivare in Italia negli anni ottanta con il titolo Conan. Da subito riscosse un grandissimo successo protrattosi poi negli anni, tanto che nel 2000 l’animazione fu raccolta in DVD dalla Yamato Video e successivamente nel 2008 dalla Dynit che realizzò un doppiaggio più fedele e aderente all’edizione originale.

Purtroppo i temi affrontati nel cartone animato non potevano essere più attuali, visto i tempi non  felici che stiamo vivendo….Siamo in un futuro post nucleare, la terra è stata quasi completamente sommersa dagli oceani. Indastria, un’isola iper-tecnologica, è la nuova capitale mondiale. Conan è l’unico sopravvissuto di un gruppo di astronauti che avevano tentato di scappare dalla Terra durante la caduta delle bombe nucleari. Incontrerà una ragazza di nome Lana che verrà rapita dai soldati di Indastria. Conan la seguirà e cercherà di salvarla.

La sigla della prima edizione italiana, ancora oggi nel cuore dei Conan dipendenti degli anni ’80, inneggia alla pace, alla liberà a lottare e superare gli ostacoli. Vi proponiamo il video

C’era una volta una città,

in quell’isola laggiù

C’era una via che passava di là,

proprio dove vivi tu 

C’era allegria, c’era felicità,

ma la guerra è una follia

Ma se qualcuno sorride a te,

un domani ancora c’è… 

Dai Conan! Tutto deve ricominciare

Dai Conan! Mettici tanto amore, più che puoi

Dai Conan! Ora stringiti forte a Lana

Dai Conan! Bella non c’è nessuna, come lei 

Il fine settimana di Ocarina #29 – Boom! Crescere nei libri – Children’s Book Fair

Si sta svolgendo in questi giorni a Bologna la 54esima edizione del Children’s Book Fair, l’importante appuntamento internazionale dedicato alla lettura e all’editoria per bambini e ragazzi; un’occasione per conoscere le ultime tendenze, incontrare maestri dell’illustrazione e autori di successi. 

Tanti gli eventi collaterali per i bambini che dal 1 al 9 aprile animano il centro della città.In 52 luoghi di Bologna, è stato organizzato un cartellone fittissimo di 104 appuntamenti, sotto il titolo di Boom! Crescere nei libri, con incontri, laboratori, letture, spettacoli e proiezioni di film e mostre che proseguono anche fino a giugno. 

L’ALBO ILLUSTRATO
Da non perdere la mostra interattiva dedicata all’albo illustrato dal titolo “La regola e il gioco” che si potrà visitare dal 2 aprile in Salaborsa, Piazza Maggiore. Un percorso a misura di bambino, per esplorare, manipolare, allungare, giocare. Dai Prelibri di Munari fino alle app, dai libri di grandi autori internazionali tutti da sperimentare alle installazioni che interpretano l’idea di «leggere fra le righe». 

LUZZATI E GLI AUTORI: CALVINO E RODARI
Dal 2 al 30 aprile è allestita presso Palazzo d’Accursio la mostra dedicata all’artista Lele Luzzati e al suo rapporto con Calvino e Rodari. Il percorso espositivo svela il dialogo tra i due scrittori e l’artista, sostenuto dalla comune passione di questi tre grandi autori del ’900 per il mondo della narrazione e dell’invenzione per l’infanzia.

QUESTA NON E’ UNA MOSTRA, SIGNOR MAGRITTE!
Tra oggetti e colori, un viaggio dedicato all’universo surreale di René Magritte alla Libreria Giannino Stoppani: un percorso che parte dal grande artista belga e approda, attraverso le figure e le storie dei libri per ragazzi, nello sconfinato e affascinante mondo dell’arte. La mostra è la prima tappa di Children’s Books on Art, progetto nato dalla sezione speciale Arte del BRAW 2017.

E HA FATTO ANCHE UN LIBRO PER BAMBINI
Presso il Dipartimento educativo MAMBO, sarà visitabile dal 2 aprile al 22 aprile una mostra che va alla scoperta dei sorprendenti albi illustrati da autori insospettabili, come il musicista John Cage, l’artista Paul Cox e il grafico Milton Glaser. In mostra anche altre piccole “invasioni di campo” provenienti da Ó.P.L.A, l’archivio del libro d’artista per bambini di Merano, con libri illustrati realizzati da John Lennon, Dino Buzzati ed Emilio Isgrò.

LAVIAZAMBONI/EDIZIONE SPECIALE PER BOOM
Il 7 aprile via Zamboni si ridisegna a misura di bambino, mettendo in dialogo illustratori e istituzioni culturali e aprendo alcuni spazi per un pubblico di giovani lettori.
Di seguito abbiamo selezionato gli eventi più adatti ai bambini:

  • h 9.30 | Rigoletto Raccontato ai piccoli – Teatro Comunale, Foyer
    Racconto con parole, immagini e suoni del Rigoletto di Giuseppe Verdi.
    Presentazione ai bambini della pubblicazione Rigoletto a fumetti. A seguire i bambini avranno la possibilità di ascoltare alcune arie dall’Opera eseguite dai cantanti della Scuola dell’Opera. 
  • h 10 | Sono rimasto di gesso – Accademia di Belle Arti
    Un’occasione per scoprire l’Accademia in un percorso e laboratorio fra le sculture e le loro storie mitologiche curato dagli studenti del corso di Fumetto e Illustrazione e del corso di Comunicazione e Didattica dell’arte [per le scuole]
  • h 15.30 e h 17 | Un fantastico bestiario – Pinacoteca Nazionale di Bologna
    Visita guidata per bambini alla scoperta degli animali nei dipinti della Pinacoteca. H 15.30 visita per bambini 5 -7 anni, a cura di Annalisa Sabattini; h 17 visita per bambini 8 – 11 anni, a cura di Claudia Pirrello. 
  • h 17.30 | Un the con la Signora Coniglio Bianco – Hamelin Associazione Culturale
    Direttamente da Alice nel paese delle meraviglie la Signora Coniglio Bianco accoglie i bambini per una merenda e un laboratorio pieno di bizzarri invitati: elefanti, struzzi, funghi, lumache e carote, tutti assieme nel folle mondo dell’illustratore Gilles Bachelet. La mostra è visitabile tutto il giorno.

Il fine settimana di Ocarina #28 – Ocarina al Triennale Design Museum di Milano

Questo venerdì vi invitiamo a a partecipare ad un evento speciale che ci coinvolge direttamente: l’inaugurazione della Mostra Giro Giro Tondo. Design for Children presso il Triennale Design Museum di Milano, dove Ocarina sarà esposta fino al 18 febbraio 2018.

Quest’anno, il primo museo del design in Italia, pone l’attenzione sul mondo dell’infanzia: dai mobili ai giochi, dall’animazione agli spazi educativi e tanto altro ancora pensato e realizzato per i più piccoli.
Ocarina si troverà all’interno della sezione tematica sulla storia del giocattolo, curata dal prof. Luca Fois. Le altre macro tematiche sono dedicate all’arredo, all’architettura, alla grafica e al disegno.

All’interno di ogni spazio espositivo si aprono delle finestre dedicate a personaggi di spicco e di rilievo nella storia del design in relazione all’educazione e alla didattica, come Bruno Munari, Riccardo Dalisi, fino a Pinocchio. 

L’allestimento della mostra, a cura di Stefano Giovannoni, avrà una forte componente figurativa ed è punteggiato da stazioni in cui i giovani visitatori possono interagire, giocare, imparare.

Ma le novità non finiscono qui…Ocarina ha ideato la campagna Ocarina Birdwatching!
Per tutta la durata della mostra i visitatori che avvistano Ocarina e le scattano una foto, riceveranno uno sconto di 10 euro, pari al costo del biglietto di ingresso.
Per partecipare basta inviare la foto con WhatsApp al numero 3201620962 o postarla sulla pagina Facebook Ocarina Music Player con l’hashtag #ggtOcarina e ricevere un buono sconto da utilizzare per acquisti su ocarinaplayer.com

La Mostra  rimarrà aperta dal 1 aprile 2016 fino al 18 febbraio 2018
L’inaugurazione si tiene venerdì 31 marzo alle 19,00

Triennale Design Museum
viale Alemagna, 6 – 20121 Milano
tel  +39 02 72434 305

Oggi Ocarina ascolta #28 La Pimpa – Nuvole a primavera

E’ finalmente arrivata la primavera e noi vogliamo festeggiarla insieme alla Pimpa, la cagnolina più famosa d’Italia, la più amata dai bambini. Si intitola “Nuvole a primavera” il racconto che abbiamo scelto per l’occasione, in cui la cagnolina a pois rossi magicamente colora di bianco le nuvole grigie dell’inverno, trasforma il cielo in un bel blu acceso, e finalmente fa risplendere il sole!

Nata nel 1975 sul Corriere dei Piccoli, una delle riviste storiche per bambini dell’epoca, dalla matita di Francesco Tullio-Altan, la Pimpa ha conquistato  non solo il cuore di generazioni di piccoli lettori ma anche l’approvazione di genitori ed insegnanti. Tutt’ora i bambini, soprattutto i più piccoli, amano il mondo fantastico della Pimpa, dove tutto è possibile, fatto di animali parlanti e di oggetti animati con visi e anch’essi parlanti. 

Così come spiega il fumettista Tullio-Altan che inventò il personaggio ispirandosi proprio all’atteggiamento della figlia, la Pimpa piace ai bambini perché fa un gioco che loro amano molto, quello di animare tutto ciò che li circonda. E’ un’attività che stuzzica la fantasia dei piccoli e crea tra loro e Pimpa un forte legame affettivo. I bambini si identificano con lei perché percepiscono il mondo nello stesso modo.

La Pimpa offre inoltre uno spaccato di vita serena, dove tutto è molto avventuroso, ma anche tranquillo, senza tempo e i bambini possono rilassarsi, abbandonando i ritmi frenetici a cui spesso sono abituati. Sorridente e piena di vita, la cagnolina esplora il mondo attorno a sé, magari volando in aeroplano fino in Africa, andando con il razzo Egidio tra le nuvole, sulla luna e in mezzo alle stelle, giocando con i fiori e gli insetti che si animano, per poi tornare a casa la sera dal suo Armandone.

Dopo il grande successo riscosso fin dalla prima uscita, le avventure della Pimpa sono state riproposte attraverso diversi format. Nel 1987 la Franco Panini Ragazzi stampò un giornale esclusivamente dedicato alle sue avventure, con uscita mensile, apprezzato soprattutto dai bambini più piccoli. Sempre nello stesso anno furono prodotte due serie a cartoni animati per la televisione, una da 50 episodi di 10 minuti Serie La pimpa che fu poi interrotta perché richiedeva troppo lavoro, e un’altra ancora in corso Le nuove avventure della pimpa con, per ora, 20 episodi da 5 minuti l’uno. Le musiche di quest’ultima serie, che ha avuto diffusione e programmazione internazionale, vincendo anche il premio “Cartoon On the Bay” sono state realizzate da Beppe Crovella, autore anche della sigla e creatore delle sonorizzazioni e dell’effettistica audio. 

Nel 1998 la Pimpa appare anche in teatro, con lo spettacolo Pimpa cappuccetto rosso e Pimpa, Kamillo e il libro magico, seguito nel 2003 da Pimpa sogni d’oro, realizzati dal Teatro dell’Archivolto, e riproposti in DVD.

Dal 2009 L’editore Franco Panini ha pubblicato all’interno della collana Piccole storie numerosi racconti della Pimpa tra cui anche quello che vi proponiamo oggi Nuvole a primavera.

Nel 2011 viene prodotta una nuova serie della Pimpa, attualmente in onda su Rai YoYo.

Oggi Ocarina ascolta #22 Scherzi di Carnevale – G. Rodari

A carnevale ogni scherzo vale!

Così recita una delle nostre filastrocche preferite di Gianni Rodari dal titolo “Scherzi di Carnevale”.
Siamo nel pieno della festa più allegra di tutto l’anno, che più fa divertire grandi e piccini e per l’occasione vi proponiamo questa bellissima filastrocca illustrata da Emanuele Luzzati.

Due grandi geni si sono riuniti: Rodari, uno dei più famosi scrittori italiani per bambini e ragazzi e il maestro Luzzati, noto illustratore e animatore, ricordato soprattutto per aver rappresentato personaggi a lui più cari come Pulcinella e Pantalone.

Il fine settimana di Ocarina #12 (27 novembre) Le domeniche da favola

Questo fine settimana andiamo in Abruzzo, perché il 27 novembre al Teatro dei Marsi di Avezzano inaugura la quinta edizione della rassegna “Le domeniche da favola”. L’iniziativa è organizzata dal Teatro dei Colori – Centro di produzione, ricerca e pedagogia nello spettacolo che per l’occasione annuncerà il riconoscimento per il 29° anno consecutivo da parte del MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – come struttura culturale professionale di ambito nazionale. Complimenti!

L’iniziativa, che nelle scorse stagioni è stata molto apprezzata dal pubblico, ha in programma tanti spettacoli per bambini e famiglie e prevede sei titoli, dai classici di Hans Christian Andersen, Esopo, Fedro, La Fontaine, Fratelli Grimm, ai racconti di altri continenti. Il 27 novembre si inaugura la rassegna con il “Brutto anatroccolo” (Teatro dei Marsi, ore17.00) che sarà portato in scena dal  Tib Teatro di Belluno. Lo spettacolo rivisiterà la celebre favola di Andersen, dando vita ad un’originale drammaturgia musicale che, pur raccontando la fiaba tradizionale, comporrà le esperienze personali dei protagonisti con le migliori canzoni del pop italiano.

Nella rappresentazione teatrale si parla del bisogno d’amore negato, della scoperta di sé stessi, della bellezza che c’è in ognuno, fino al volo finale del bellissimo cigno. E’ quindi una spinta a mutare lo sguardo in qualcosa di nuovo che sappia vedere la bellezza nascosta, in ogni persona, riconoscendo e accogliendo il bisogno di amore altrui.

“Le domeniche da favola” proseguiranno poi il 18 dicembre con “Il tenace soldatino di stagno” (La Fontemaggiore di Perugia); il 15 gennaio 2017 con “Mulan e il drago” (Teatro dei Colori di Avezzano); il 29 gennaio con “Le favole della saggezza” (I teatrini di Napoli); il 12 febbraio “I musicanti di Brema” (Le Giravolte di Lecce) e, infine, il 5 marzo con “Simbad il viaggiatore” (Bottega gli apogrifi di Foggia).

Le attività si svolgeranno con il contributo del Comune di Avezzano, dell’Assessorato alla Cultura e dell’Ufficio Teatro e avranno rapporti istituzionali con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Abruzzo.

Da non perdere 😉

Il fine settimana di Ocarina #11 (20 novembre) Città in gioco – Giornata Internazionale dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti

Questo settimana settimana Ocarina va in gita a Modena per celebrare la Giornata Internazionale dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti che ricorre il 20 Novembre.

Modena è l’unica città italiana che ha previsto un’intera settimana di eventi dedicati a questa ricorrenza. Da lunedì 14 a domenica 20 si tiene infatti Città in gioco, un ricco rincorrersi di incontri, laboratori e iniziative per bambini, ragazzi e famiglie.

Le iniziative del weekend partono con la consegna del vademecum Unicef al sindaco di Modena da parte degli studenti del Liceo. Seguono appuntamenti di vario genere: dal laboratorio artistico, allo spettacolo teatrale, al concerto, tutti affrontano come tema protagonista il diritto. Vi segnaliamo gli eventi secondo noi più interessanti:

Venerdì dalle 16,30 alle 18,30 il laboratorio artistico: Il diritto a sporcarsi (per bambini da 6 a 13 anni); alle 16,30  il laboratorio creativo: Il diritto al futuro laboratorio (per bambini da 3 a 11 anni)

Sabato 19 novembre alle 15,30 il laboratorio musicale “Quale percussione”; dalle 16,30 alle 18,30 il laboratorio “Il diritto al silenzio: giochi e storie con le note” (per bambini da 6 a 13 anni)

Domenica 20 novembre dalle 16,30 alle 18,30 lo spettacolo teatrale “Il diritto al selvaggio: nel bosco con Cappuccetto Rosso” ; alle 17,30 la maratona di lettura “Diritto al futuro”; alle ore 15 Concerto promosso da Unicef Modena a favore della campagna “Bambini in pericolo”.

Pe maggiori informazioni QUI è possibile scaricare il programma completo.

L’occasione per onorare questa giornata è davvero importante, si tratta infatti della ricorrenza della firma della Convenzione internazionale che fissa gli obblighi della comunità internazione nei confronti dell’infanzia. Se desiderate saperne di più potete approfondire QUI

I nostri amici di Bloom – la radio des enfants – ha realizzato per l’occasione un bellissimo progetto. Si tratta di un programma audio in cui vengono intervistati alcuni bambini a proposito dell’impatto della guerra sulla vita dei giovani siriani. E’ bello sentire ascoltare queste considerazioni dalla voce dei piccoli, dove non si avverte frustrazione né rabbia ma solo (si fa per dire) una semplice e lucida consapevolezza della situazione dei loro coetanei.

Il programma audio è stato realizzato con la musica di Sébastien Colline e il sostegno dell’UNICEF. QUI è possibile ascoltarlo. per chi si trova nei dintorni di Parigi invece sarà possibile prendere parte alle iniziative della Mairie de Lilas, a nord est della città. Ecco il programma!

Oggi Ocarina ascolta #10 “Carletto”

A volte succedono cose che non ti aspetti, come quando un ricordo si accende all’improvviso.

In questi lunghi pomeriggi autunnali qualcuno di noi di Ocarina è andato a rovistare tra le cianfrusaglie di una bassa soffitta (troppo bassa!) alla ricerca dei vecchi 45 Giri che ascoltavamo quando eravamo piccoli.

Tra lo stupore e il divertimento, abbiamo tirato fuori i tanto amati vinili con copertine scolorite e polverose che profumano di un odore che rimanda agli anni della nostra infanzia, alla metà degli anni ’70, primi anni ’80. Quei vinili che ascoltavamo nei nostri mangiadischi, in casa, da soli, in compagnia dei nostri amici.
Il ballo del qua qua“, “Furia cavallo del west“, “Dolce Remi” sono solo alcuni dei 45 Giri che troviamo, molti contengono canzoni ormai dimenticate, altre invece sono diventate veri e propri cult che anche i nostri bambini conoscono e amano cantare.

Tra i tanti ci ha regalato un’emozione speciale “Carletto”, una vera hit degli anni settanta, con l’interpretazione del presentatore TV Corrado, quello della Corrida..

Come non ricordare il ritornello: 

Ed io che sono Carletto

l’ho fatta nel letto

l’ho fatta nel letto

l’ho fatta per fare un dispetto

che bello scherzetto per mamma e papà.

Insomma, con un tono irriverente si affronta una di quelle piaghe che attanaglia l’umanità dalla sua nascita 😉

Non abbiamo dubbi che piacerà anche ai bambini di oggi!

Il fine settimana di Ocarina #01 (8 – 11 settembre 2016)

Questo fine settimana andiamo a Genova per parlarvi del  25° Festival musicale del mediterraneo  che si conclude domenica 11 settembre e che quest’anno è dedicato alle “Famiglie sonore”. La rassegna che ha preso il via il 1 settembre, affronta il tema del rapporto tra musica e famiglia nelle diverse culture del mondo e porta in scena una selezione di performance musicali adatte ai grandi ed ai più piccoli, realizzate da famiglie di tre generazioni diverse: da ensemble di sorelle e fratelli, figli d’arte, e così via. In sei location della città si esibiranno più di 40 artisti provenienti da 13 paesi diversi, con “Famiglie sonore ” costituite da nuclei che vanno dal nonno al nipote ventenne.  Continue reading…

Subscribe now!