Spedizione gratuitaGaranzia 24 mesiMade in Italy

Il fine settimana di Ocarina #18 (20-21-22 gennaio)

Questo fine settimana Ocarina vi invita a partecipare al suo bellissimo party per bambini, il “KIDS RAVE: DANCE OFF by Ocarina” che si tiene sabato 21 gennaio dalle 16.00 alle 18.00 presso IED Firenze (Via Maurizio Bufalini 6/R). La festa saràl’appuntamento di chiusura della presentazione dell’anteprima di KDSGN – we were kids, organizzata dalla sede fiorentina dell’ Istituto Europeo di Design in collaborazione l’agenzia Robert Cutty di Milano, in occasione di Pitti Bimbo 84. L’obiettivo è quello di creare una manifestazione parallela alla kermesse fiorentina sulla moda, nella quale il contesto “MODA BIMBI” possa aprirsi alla città ed al territorio con contenuti di qualità per bambini e famiglie.

Durante l’evento totalmente gratuito che si tiene in tutta la giornata di sabato 21 gennaio, i bambini diventeranno veri stilisti aiutati dagli studenti IED Firenze e si immergeranno in prima persona nel mondo del design, della creatività e della progettazione guidati da Nicolò Beretta. Un vero e proprio “enfant prodige of footwear” Designer e fondatore della linea di calzature Giannico, le cui creazioni sono state indossate sul red carpet di Hollywood da donne del jet set internazionale, tra cui Lady Gaga. 

Durante il Workshop: CAMMINA CAMMINA in programma per la mattina, il Designer Nicolò Beretta (Giannico) condurrà 20 bambini dai 6 ai 12 anni nella progettazione di una calzatura di loro fantasia. A supportare  questa attività, i materiali di prestigio che i piccoli designer avranno a disposizione per i loro progetti saranno: le carte da parati per l’arredo contemporaneo Wall & Decò , i tessuti danesi per l’arredamento KVADRAT, ed i nastri in Carta Washi  prodotti dalla Giapponese MT Masking Tape, che li produce dal 1923.

Durante la mattinata ci sarà spazio anche per una breve conferenza rivolta ai genitori dei piccoli designer, durante la quale Alessandro Colombo, Direttore IED e Paola Ogliari, CEO Robert Cutty, illustreranno il progetto KDSGN – we were kids (ore 11 – 12.30). Nel pomeriggio gli adulti potranno liberare la fantasia, con l’Operazione Arcimboldi, laboratorio creativo di design a cura delProfessor Francesco Schianchi, per chi vuole riscoprire il proprio lato bambino. Al termine del laboratorio bambini e adulti confronteranno le proprie opere in un divertente défilé(ore 14 – 16.30).

A conclusione della giornata, dalle 16.00 fino alle 18.00 il KIDS RAVE: DANCE OFF by Ocarina”, una festa per bambini aperta a tutti a ingresso gratuito, durante la quale i bambini potranno sfoggiare la propria passione per la musica e il ballo. In consolle DJ Ghiaccioli e Branzini, mentre a gestire il dance floor saranno animatori professionisti e studenti IED (ore 16.30 – 18). Al termine delle danze merenda gratis per tutti!

Il boom degli audiolibri, i nuovi cantastorie 2.0

Scoppia il boom per gli audiolibri, i moderni e tecnologici cantastorie che un tempo andavano in giro a cantare e declamare le sue storie per paesi e città.

Ad annunciarlo è l’Association of American Publishers secondo i cui studi, il ricavo da audiolibri scaricati negli Stati Uniti è cresciuto del 38% nel corso del 2015. Il trend non è cambiato nel 2016, tanto che Audible, il più grande produttore e rivenditore di audiolibri, acquistato da Amazon, sostiene che i suoi clienti di tutto il mondo, lo scorso anno hanno ascoltato circa 2 miliardi di ore di programmazione, il doppio del 2014.

Anche nel 2017 si prevede un‘ulteriore crescita del settore: intervistata dal Publishers Weekly, Amanda D’Acierno, responsabile della “Penguin Random House Audio“una delle delle più grandi case editrici produttrici di audiolibri nel mondo,  sostiene che nel 2017 saranno registrati più di 1.100 titoli, rispetto ai quasi 900 nel 2016.

Sebbene i mercati più ricchi per l’audiolibro siano ancora oggi gli USA e la Germania, anche in Italia qualcosa sta cambiando.

Secondo i dati dell’AIE (Associazione Editoria Italiana), nel nostro paese i lettori sembrano sempre più avere un approccio digitale. Vitale in particolar modo è la tendenza al self-publishing: quasi un titolo su due (il 41,4%) degli ebook pubblicati viene da modalità di autopubblicazione, per un totale di 27-28mila persone che si sono pubblicate in autonomia. Fra i generi self-published più in crescita, oltre alla narrativa, anche la non-fiction pratica, soprattutto guide per il tempo libero (16,7% della produzione totale, quando nel 2010 erano al 8,9%) ma anche i libri per bambini.

Gli audiolibri in particolare piacciono a chi non ha il tempo di sedersi in poltrona per gustarsi un bel romanzo, a chi purtroppo per motivi di disabilità, temporanee o permanenti, non può leggere, ma soprattutto ai bambini.

Sempre secondo i dati dell’AIE gli audiolibri per bambini dominano, infatti, il mercato: il 44,8% tra quelli venduti sono destinati ai più piccoli.

Gli audiolibri vengono considerati dai genitori, ma anche dagli insegnanti un ottimo strumento educativo, un sistema capace di integrare perfettamente il divertimento con l’insegnamento e l’educazione.

Ormai anche tutti gli psicologi dell’età evolutiva sostengono che l’educazione all’ascolto sia importante non solo per lo sviluppo cognitivo del bambino, ma anche per sua la formazione globale.  Secondo Jerome Bruner (psicologo statunitense che si è occupato di Psicologia cognitiva e di Psicologia dell’educazione), ascoltare le favole permette lo sviluppo di quello che lui definisce “pensiero narrativo”, che sarebbe la capacità cognitiva attraverso cui le persone strutturano la propria esistenza e le danno significato.

Allo stesso tempo anche l’ascolto della musica viene considerato fondamentale per lo sviluppo del bambino da diversi metodi. Uno dei punti che hanno in comune il metodo Montessori e quello Steineriano è appunto la convinzione che l’ascolto della musica sia un elemento essenziale di un’educazione che sviluppa i principi di libertà, autonomia, collaborazione, partecipazione, rispetto, solidarietà.

Partendo da tali presupposti, la missione di Ocarina è appunto quella di diffondere e stimolare l’ascolto di contenuti audio di qualità per la prima infanzia. Negli anni ha realizzato collaborazioni con importanti realtà italiane e straniere produttrici di contenuti per bambini: dalla francese “Bloom – la radio des enfants” realtà parigina che sviluppa contenuti audio ricchi e variegati da far ascoltare ai bambini, a Storynory il più importante produttore indipendente inglese che da oltre 15 anni realizza audio fiabe per la prima infanzia, fino al conosciuto editore tedesco Vorleser.net che produce racconti destinati ai bambini.

Oggi Ocarina ascolta #17 “Pryntyl” di Vinicio Capossela

 

Per sconfiggere il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno, oggi vogliamo farvi ascoltare “Pryntyl”, una canzone di Vinicio Capossela, pubblicata nel 2011, ma tutt’ora molto passata dalle radio e amata dal pubblico.
Proprio stanotte Capossela sarà protagonista di un evento speciale, “La Focara” di Novoli (LE) il grande falò del Mediterraneo che ogni anno il 16 gennaio viene dedicato Sant’Antonio Abate ed illumina le notti del Salento.

L’appuntamento che prevede oltre 100.000 partecipanti, si articola in diverse giornate, ma la sera di lunedì 16 è certamente quella in cui è previsto il maggiore afflusso. Dopo l’accensione della pira, alta 25 metri e larga 20, che darà vita ad un accattivamte spettacolo pirotecnico, seguirà un grande concerto con ospite d’onore Capossela.  Lui stesso ha definito questo live un vero e proprio rito propiziatorio, per dare fuoco alle polveri del nuovo tour teatrale “Ombra. Canzoni della Cupa e altri spaventi”, che partirà il 27 febbraio da Torino.

Assistere ad un suo show è un po’ come fare un salto nel mondo immaginario delle favole che da bambini popolavano la nostra fantasia. Forse è per questo che Capossela piace ai grandi ma anche ai più giovani. In particolare il suo penultimo lavoro “Marinai, profeti e balene”, si rivolge ai ragazzi di oggi proponendo loro un patto: “La mia musica vi porterà sulla nave della fantasia. Voi, però, provate a buttare via tutti quei telefonini”.Vi lasciamo quindi con “Pryntyl”, brano estratto da quest’ultimo album, il cui bellissimo video è stato realizzato dal  regista fiorentino Virgilio Villoresi.

 

 

Il fine settimana di Ocarina #17 (13-14-15 gennaio)

In questi giorni di freddo con temperature così inclementi che cosa c’è di meglio che andare a teatro con i nostri bambini? Dopo un’attenta ricerca di spettacoli adatti ai più piccoli, partiamo per Bologna, dove al Teatro Testoni Ragazzi, la compagnia La Baracca propone un programma di appuntamenti pensati esclusivamente per la prima infanzia. Attiva ormai da 40 anni La baracca è una delle rare compagnie in Italia e all’estero attente a questa fascia d’età tanto che negli anni ha reso il Teatro Testoni un punto di riferimento nazionale e internazionale nel settore. 

Anche questo fine settimana gli spettacoli proposti sono molto interessanti e siamo certi che con la loro semplicità,ma allo stesso tempo una notevole qualità artistica, riusciranno a coinvolgere i giovani spettatori.

Il primo appuntamento è venerdì 13 alle 21,00 con Robin Hood, diretto da Valeria Frabetti. Lo spettacolo consigliato soprattutto ai bambini da 6 a 10 anni, racconta la storia del Principe dei ladri, Signore della foresta, Re dell’estate. Robin Hood è una leggenda, un sogno, un’utopia di gioco, di giustizia e d’amore. Tutti abbiamo un piccolo Robin nascosto nel nostro cuore e forse anche un piccolo, cattivissimo sceriffo che ogni tanto si affaccia in un angolo oscuro della nostra anima.

Sabato 14 gennaio alle 16,30 è in programma “Avventure nel frigorifero” un appuntamento per bambini molto piccoli, da 1 a 4 anni, che mette in scena un’avventura surreale attraverso un gioco di trasformazioni e apparizioni.Tutto nasce in una cucina normale, una cucina come tante. Una cucina con un frigorifero, un tavolo, una stufa, delle sedie… All’improvviso arriva un messaggio: è una richiesta d’aiuto! Il messaggio è portato da messaggeri imprevedibili. Sono i mobili della cucina ad animarsi e a diventare i “messaggeri”.
Qualcuno sta chiamando, sta chiedendo aiuto e non si può non ascoltare, bisogna partire per trovare la fonte di quel richiamo. Si deve partire insieme ai messaggeri… È così che i mobili della cucina si trasformeranno, diventando mezzi di trasporto o luoghi lontani.
Ha inizio l’avventura che, come in una caccia al tesoro, si svilupperà di tappa in tappa. Durante il viaggio si incontreranno tanti animali, reali e fantastici, che aiuteranno nella ricerca fino a raggiungere proprio chi chiedeva aiuto… 

Infine domenica 15, alle 16,30 sarà in scena “Il bagnetto”, un divertente spettacolo, consigliato a bambini dai 4 agli 8 anni. Due uomini attendono impazienti il proprio turno a una toilette pubblica che tarda a liberarsi.
Stanchi di aspettare, decidono, anche per curiosità, di entrare nel bagno riservato ai bambini…
Una specie di incantesimo, uno strano gioco di proporzioni e di dimensioni, porterà i due protagonisti dentro un bagno enorme, molto più grande di loro, tanto da farli apparire al pubblico alti quanto un bambino.
All’inizio, anche se stupiti e a disagio, i due manterranno un comportamento “da adulti”, facendo finta che non ci sia nessun problema a lavarsi le mani in un lavabo alto tre metri.
Poi, quasi inconsciamente, ritroveranno un atteggiamento ludico che li porterà a divertirsi giocando con oggetti giganti. 

Oltre ad un programma ricco di eventi che si tengono per tutta la stagione teatrale 2016-2017, uno degli appuntamenti più importanti portati avanti ormai da 13 anni dalla Compagnia La Baracca, è il Festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia “Visioni di futuro, visioni diteatro…” che si terrà dal 24 febbraio al 5marzo 2017.

Ci diamo quindi appuntamento per fine Febbraio per questo bellissimo vento!

Ocarina consiglia # I migliori eventi per festeggiare la Befana

Ultimi giorni di vacanze natalizie da trascorrere ancora a giro per l’Italia, si perché domani è però un giorno speciale… arriva la Befana!

Per l’occasione Ocarina svolazzerà nelle piazze e nei teatri di alcune città dove sono in programma eventi organizzati per festeggiare la vecchietta volante.

Partiamo da Milano dove al Teatro Ringhiera alle ore 16 si tiene uno spettacolo “befanizio” comico e interattivo dal titolo “La Befana si è arrabbiata!”
L’Epifania è alle porte e mentre tutti sono felici una sola persona si dispera e si arrabbia sempre più a mano a mano che si avvicina il grande momento… la Befana!
Alla fine dello spettacolo, organizzato da  Ditta Gioco Fiaba saranno distribuite calze della befana per tutti i bambini!. L’ingresso è di 6 euro.

Rimanendo a Milano, al Museo di Storia Naturale di Milano venerdì 6 gennaio si tiene “Il Girotondo della Befana” A cura di ADM. Un divertente appuntamento dedicato ai piccoli visitatori del Museo che farà incontrare loro una Befana inaspettata: la giusta formula magica, ad ogni missione compiuta, renderà la sciatta nonnina una vivace giovincella. Visita e gioco a pagamento con prenotazione obbligatoria a [email protected]. Sempre a cura di ADM, Alle ore 15 arriva “Il quiz della Befana”. La Befana è famosa per essere una generosa vecchina ma dall’aspetto, decisamente, poco gradevole: in Museo moltissimi esemplari condividono con lei un naso “importante”. I partecipanti andranno a cercare quali animali hanno buffi e stravaganti nasi e termineranno l’attività con un divertente “befana-quiz”. Visita e gioco a pagamento con prenotazione obbligatoria a[email protected] Attività a pagamento, per bambini dai 6 agli 11 anni.

Scendiamo a Bologna dove il 6 gennaio alle 15,30 al Museo del Patrimonio Industriale, viene organizzato il laboratorio della Befana per ragazzi.
Sbirciando nel quaderno di laboratorio della Befana si daranno vita a schiumose reazioni chimiche, esercizi di levitazione elettrostatica e prove di cucina stregata!
La Befana ha portato regali per tutti ma per giocarci i ragazzi dovranno decifrare dei messaggi nascosti nelle calze; aiutarla a realizzare curiose reazioni chimiche come “il dentifricio dell’elefante” per scoprire i segreti delle schiume, oppure a compiere bizzarri esercizi di levitazione elettrostatica e prove di cucina stregata, scoprendo così che dietro la dolce vecchina si nasconde in realtà un’esperta scienziata!
.
L’ingresso è di 4 euro  (gratuito per un accompagnatore adulto)

A Firenze al Museo Galileo alle 11.00 è in programma un evento eccezionale: “In viaggio con i Re Magi. Gli antichi strumenti per l’osservazione del cielo“. L’affascinante viaggio dei Re Magi sarà raccontato dall’operatore attraverso l’osservazione di alcune rappresentazioni pittoriche e l’uso di repliche di antichi strumenti astronomici. Il costo è di 3 euro. Sempre a Firenze, al Museo di Paleontologia è prevista inoltre un’immersione/visita alla nuova Sala della Balena. L’attività prevede la visita riservata ai bambini alla Sala della Balena, mentre gli adulti saranno accompagnati in una visita al museo. Il percorso si concluderà in Sala Strozzi con la distribuzione dei doni portati dalla Befana. Costi: 6 euro per gli adulti; Gratuito per bimbi e ragazzi fino ai 12 anni.

Sempre in Toscana, ma a Lucca, si tiene al Teatro del Giglio il concerto di Befana in Omaggio a Prince. L’appuntamento, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, è per venerdì 6 gennaio, alle 17,30.Per la prima volta a teatro, Rockopera e Metropolis propongono un omaggio all’opera integrale del lavoro di questo grande artista, attraverso uno dei capisaldi della sua musica: lo spettacolo “Purple Rain” sarà l’occasione per percorrere un viaggio nel mondo di un musicista da molti ritenuto insuperabile.

Tra le numerose feste organizzate a Roma per celebrare l’arrivo della befana, vi segnaliamo lo spettacolo L’apprendista Befana che si tiene  venerdì 6 gennaio, alle ore 11, al Teatro Furio Camillo. Un divertente e magico racconto per tornare indietro nel tempo fino alle origini della figura tanto amata e forse un po’ temuta della befana. Come nasce la figura della vecchina che porta dolci ai bambini? Uno spettacolo sulla figura della Befana condito da magia, animazione, travestimenti e bolle di sapone. Tradizioni e racconti popolari legati all’Epifania vengono portati ai bambini in maniera originalissima attraverso l’uso di materiale di recupero.
Sempre il 6 gennaio, alle ore 17, al Teatro Biblioteca Quarticciolo la Compagnia TeatroViola mette in scena lo spettacolo musicale per famiglie “Le calze e il baule – una Befana a sorpresa”Ma la Befana esiste o no? Due ragazzine avventurose, alla ricerca della verità, si intrufolano nottetempo in un teatro, luogo di magie e stranezze per eccezione. Sul palco troveranno un vecchio clavicembalo, un baule pieno di strani oggetti e un pianista fantasma appena risvegliato da un lunghissimo sonno. Come spiegare a un gentiluomo del settecento cos’è la Befana e perché è così importante per i bambini? A venire in aiuto saranno la musica e le canzoni cantate e suonate dal vivo in scena da un concertista d’eccezione e due attrici-cantanti. Riuscirà la strana combriccola a dimostrare che la Befana ESISTE?

Infine a Napoli vi consigliamo: “La Befana per i figli dei migranti”.  Nell’ambito del progetto “aiutami a leggere” – sviluppato con il supporto di MERIDONARE – il giorno dell’Epifania iocisto diventa la libreria dei piccoli migranti, ospitando bambini nigeriani dai 5 agli 8 anni. Grande festa per tutta la famiglia anche alla Città della Scienza, dove il giorno della Befana dalle ore 10 alle ore 14 si tengono numerosi e divertenti eventi di scienza, arte, ma anche giochi, e travestimenti. L’ingresso è gratuito per i bambini fino a 12 anni.

Buona Befana a tutti!!

Ocarina consiglia # I migliori eventi per Capodanno

Ci siamo quasi, mancano solo 24 ore prima di iniziare a festeggiare l’arrivo del 2017. Quest’anno Ocarina lo farà ad Umbria Jazz Winter

Gli appassionati di musica jazz, potranno trascorrere l’ultimo dell’anno a Orvieto dove dal 28 dicembre al 1 gennaio si tiene la  la 24esima edizione del festival internazionale. La rassegna è senz’altro un’occasione per apprezzare artisti e musicisti jazz provenienti da ogni parte del mondo che si esibiscono nell’incantevole scenario di festa della cittadina umbra. I concerti saranno organizzati nei bellissimi palazzi storici del centro, mentre all’aperto si terranno numerosi eventi paralleli, esibizioni in strada e molto altro ancora. Nel programma del 31 dicembre, figurano nomi di rilievo internazionale, con un’importante centralità per il jazz tricolore. Tra gli artisti italiani si esibiranno il musicista  Paolo Fresu e Gaetano Curreri, voce e leader degli Stadio, che dedicheranno il loro show al “jazz di Lucio Dalla e Fabrizio De Andre'”. Con loro, anche Raffaele Casarano e Fabrizio Fascini.

Tra gli appuntamenti da non perdere per i bambini vi segnaliamo la street parade della band toscana Funk Off che suoneranno per le strade della città di Orvieto a partire dalla mattina, con repliche fino alla sera.

Per chi non ha in programma l’Umbria, Ocarina ha perlustrato lo stivale alla ricerca dei migliori eventi dedicati ai bambini ma anche ai loro genitori per la notte di San Silvestro.

Milano – il 31 dicembre al Teatro Leonardo torna a grande richiesta “Magic Shadows”, lo spettacolo dei Catapult che ha affascinato il pubblico italiano nella ultime due stagioni teatrali. Le famiglie potranno così dimenticare per un’ora e mezza il mondo reale, lasciandosi trasportare oltre i confini di spazio e tempo, in una dimensione popolata da fate e sogni fantastici. Formidabili ballerini daranno vita a figure apparentemente impensabili con dei semplici giochi di luci/ombre: e così nel buio ecco apparire, come per magia, un elicottero, un castello, un fiore o un pinguino.

Torino – va in scena il Concerto di Si be-bolle, alla Casa del teatro dei Ragazzi. Un eccentrico pianista si presenterà sul palco con l’emozione e la tensione delle grandi occasioni. Finalmente, dopo anni di studi, potrà esibirsi davanti a un pubblico in un vero teatro. Ma l’imprevisto è in agguato e tra improbabili incidenti, incontri fortuiti e veri e propri colpi di scena, le cose non andranno proprio come programmato. Un vero e proprio concerto, costellato dalla danza di una sognante miriade di bolle di sapone di ogni forma e dimensione. A seguire l’attore Francesco Giorda conduce il pubblico in un gioco coinvolgente attraverso numeri di equilibrismo, sketch di improvvisazione e pura clownerie. Alla fine brindisi di Mezzanotte.

Bologna – presso Il Teatro Duse è in programma un Capodanno 2017 davvero speciale: lo show The Chinese Acrobatic Circus of Henan, proposto dalla compagnia The China Acrobatic Troupe. I talentuosi artisti del gruppo circense proporranno uno spettacolo fatto di acrobazie, contorsionismo e prove circensi al limite dell’impossibile. The China Acrobatic Troupe si esibirà con il suo show bolognese dal 29 Dicembre al 1° Gennaio, con serata speciale il 31 Dicembre e nel pomeriggio del 1° dell’anno.

Firenze – sono in programma festeggiamenti all’aperto in formato famiglia: in piazza dell’Isolotto, si festeggia con animazione e musica con La Scena Muta, che suonerà già dal pomeriggio, in modo che i bambini più piccoli possano andare a letto presto senza rinunciare ai festeggiamenti. E poi in piazza Bartali dove si aspetta la mezzanotte con il Cirk Fantastik. Sarà possibile assistere a spettacoli di circo e giocolieri, nonché artisti che gireranno su incredibili trampoli e spettacoli di marionette. Dalle 18.30 in poi tutti sono benvenuti nel mondo delle Mille e una notte: bar lenticchie e chill out! Nella piazza dei sogni e delle più strabilianti fantasie, strani personaggi ed emozionanti performance, suggestivi spazi di spettacolo, teatrini emozionali e allestimenti di eco-design! . L’ingresso gratuito, è necessaria la prenotazione sul posto.

Roma – le famiglie potranno aspettare la mezzanotte del 31 dicembre al Teatro delle Marionette degli Accettella con lo spettacolo C’est Magnifique. Si tratta di uno show comico messo in scena dalla Compagnia Circo in Valigia con acrobazie aeree, abilità musicali, pupazzi di gommapiuma e giocolerie emotive. E’ uno spettacolo di Clown, o meglio, con tre Clown che danno i numeri … e a proposito di numeri: una sega musicale, un organetto diatonico, un cerchio aereo, sei palline rimbalzine, un paio di scarpe da tip-tap, un ukulele, una tela aerea di cinque metri, quattro pupazzi, due cucchiai da minestra, cinque cappelli da manipolazione, tre sedie e tre valigie di pelle … tutto in 60 minuti, in un continuo folle gioco e cambi di scena! E’ previsto inoltre un piccolo buffet, mentre a mezzanotte ci saranno brindisi e fuochi d’artificio. Prezzo unico biglietto: €. 20,00

Napoli – alla Galleria Toledo è in programma il Circo delle bolle di sapone della Compagnia Ribolle. Gli attori in scena racconteranno delle bellissime storie senza l’ausilio delle parole, mentre dei grandi artisti o dei macchinari particolari produrranno delle bolle di sapone di varie dimensioni.

Il fine settimana di Ocarina #15 (17-18 dicembre)

Per Ocarina questo fine settimana sarà lungo e denso di appuntamenti all’insegna del Natale, in giro per Italia. Meno male che ha le ali!

Sabato 17 dicembre alle 16,00 arriverà a Milano all’Auditorium Fondazione Cariplo per assistere al 10° appuntamento della rassegna Crescendo in musica. La compagnia LaVerdi metterà in scena una versione per bambini dello Schiaccianoci. Una bellissima avventura musicale con LaVerdi che unisce la passione per la musica all’apprendimento e al divertimento, senza limiti di età. 

La seconda tappa è a Firenze, presso la libreria Clichy, nuovo punto vendita di Ocarina. Una giornata di festa per brindare alla chiusura annuale della programmazione culturale della libreria, con incontri, sconti e tante sorprese. Alle ore 17 si tiene la presentazione del libro “Carlo Monni. Balenando in burrasca” a cura di Pilade Cantini (Edizioni Clichy). Interviene Anna Meacci. Alle ore 19 seguirà la presentazione di “Il Salvatori 2017. Il dizionario della canzone” di Dario Salvatori (Edizioni Clichy). Alcuni autori di Edizioni Clichy saranno presenti per firmare le copie dei loro libri. Durante la giornata sconti speciali sul catalogo Clichy e brindisi per tutti!

L’ultimo appuntamento del sabato è a Napoli dove alle 20.00 sarà messo mi scena il Canto di Natale di Charles Dickens, presso la basilica inferiore dei Santi Severino e Sossio. Una storia che tocca le corde del cuore di grandi e piccini, in grado di evocare la magia del Natale.

Domenica 18 dicembre Ocarina volerà invece a Bologna, all’Opificio Golinelli, per l’appuntamento del Natale Astrofisico.

Un appuntamento per il pubblico di tutte le età all’insegna dell’esplorazione spaziale, laboratori ed exhibit di astrofisica, spettacoli celesti all’interno del planetario, letture animate sui temi dell’astronomia e del Natale. L’evento, rivolto a bambini, ragazzi e adulti, è a cura di Fondazione Golinelli, in collaborazione con INAF-Osservatorio Astronomico di Bologna e Associazione SOFOS.

Il programma prevede diversi appuntamenti adatti a bambini di tutte le fasce di età:

Movimenti planetari  [2-3 anni]
Attraverso un percorso motorio, in un’ambientazione stellare, i partecipanti ricreano con il corpo alcuni movimenti planetari, imparano a conoscere e a sperimentare con i loro sensi alcune caratteristiche peculiari dei pianeti del nostro sistema solare

Letture sotto l’albero [2-5 anni]
Angolo della lettura di libri illustrati sui temi dell’astronomia e del Natale

Il piccolo astronomo [4-6 anni]
Dopo un’affascinante esplorazione di astri e pianeti all’interno del planetario, i bambini costruiscono, con materiali colorati di varia natura, personalissimi pianeti che potranno appendere sull’albero di Natale

Extraterrestri!  [7-13 anni] 
Immaginando di trovarci su diversi pianeti, scopriamone le caratteristiche chimico-fisiche come la gravità, l’atmosfera, le radiazioni, la temperatura, la presenza o meno di acqua e costruiamo, in maniera creativa, l’identikit dei suoi ipotetici abitanti. Il laboratorio è accompagnato da una suggestiva immersione all’interno del planetario alla ricerca della vita extraterrestre

Vita nello spazio [da 14 anni e adulti]
Perché i tardigradi e la spirulina interessano gli astronauti? I primi perché hanno sorprendenti caratteristiche di resistenza agli stress e ai raggi x e pertanto sono stati selezionati come modello di organismi pluricellulari da impiegare per esperimenti nello spazio. La spirulina invece è coltivata dagli astronauti della Stazione spaziale internazionale per trarne nutrimento e ossigeno e per osservare quali sono le reazioni di tale organismo in assenza di gravità. Il laboratorio permette di sperimentare e avere informazioni sulle caratteristiche e utilità di tardigradi e spirulina.

Per le famiglie che partecipano alle attività e ai laboratori sono disponibili due percorsi espositivi a fruizione libera:

Astroshow [per tutti]
Un’esposizione di exhibit, dimostrazioni e postazioni interattive sul mondo dell’astrofisica: dall’osservazione dei pianeti con telescopi professionali, a simulazioni e app sulle differenti gravità sui pianeti del sistema solare, installazioni di suoli alieni, incontri sui cibi usati nelle missioni spaziali
ore 16>19 (inizio repliche: 16, 16.30, 17, 17.30, 18, 18.30) [per tutti]
Visite guidate agli spazi di Opificio Golinelli

L’ultima tappa di domenica sarà a Roma al Teatro San Carlino, il Teatro dei Burattini della Capitale dove è in scena Il soldatino di stagno uno spettacolo incantato in cui la fantasia fa da maestra. Una storia d’amore di Natale con danzatori, attori, giocattoli e musica dal vivo dove Attori”veri” scompaiono quando i burattini “finti” prendono vita e, dopo lo spettacolo, Babbo Natale riceve le letterine dei bambini. L’ambientazione è quella di una casa comune che il pubblico dei bambini può riconoscere come propria; la suggestione della finzione che diventa realtà è resa fortissima dal suono del sassofono e della batteria suonate dal vivo.

Suoni e rumori servono per dare voce ai giocattoli che prendono vita di notte quando i suoni e i rumori della vita vera si spengono per dare respiro ai sogni fantastici.
Lo Spettacolo è adatto a tutta la famiglia, particolarmente adatto ai bambini dai 2 anni in su.

Il fine settimana di Ocarina #10 (12 novembre) Visita guidata al Museo Nazionale degli Strumenti di Roma

Oggi andiamo a Roma alla scoperta del Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, una realtà forse sconosciuta a molti, ma che costituisce un vero e proprio tesoro artistico.
Situato nel cuore della Capitale, il Museo raccoglie circa tremila strumenti musicali, di varia epoca e provenienza, ottocento dei quali sono esposti.

La visita guidata dedicata ai bambini che l’associazione Calipso organizza per sabato 12 novembre alle ore 15,00, è un’occasione per conoscere questa realtà unica e fare un vero viaggio, nel tempo, nello spazio e nel suono. I giovani visitatori possono così imparare a conoscere e riconoscere gli strumenti musicali, la loro evoluzione nel tempo e il ruolo che ricoprono in un’orchestra.

Gli strumenti presenti all’interno del Museo fanno parte dalla vasta ed eterogenea collezione privata di Evan Gorga, un tenore che bruciò in soli quattro anni le tappe di una carriera folgorante, iniziata nel 1895 con la Mignon di Thomas e culminata nel 1896 al Teatro Regio di Torino, dove interpretò il ruolo di Rodolfo nella prima assoluta della Bohème di Puccini sotto la direzione di Arturo Toscanini.
Dopo il suo definitivo ritiro dalle scene Gorga si dedicò esclusivamente al collezionismo, raccogliendo nell’arco di alcuni decenni circa 150.000 pezzi, suddivisi in trenta collezioni – comprendenti armi antiche, terrecotte, bilance, giocattoli e farmacie da viaggio – tra le quali spiccava per ricchezza quella dedicata agli strumenti musicali. Per ragioni economiche e di spazio il tenore-collezionista fu costretto a disfarsi di parte della raccolta, ma conservò gli strumenti musicali, che poi nel 1974 furono esposti all’interno del Museo Nazionale degli strumenti.

L’appuntamento per la visita guidata è previsto per le ore 14,45 presso Piazza Santa Croce in Gerusalemme 9/a .

L’ingresso nel museo per gli accompagnatori  è obbligatorio e prevede un biglietto d’ingresso di € 5,00 + € 1,00 di diritto di prenotazione. Un adulto accompagnatore GRATIS per ogni bambino

Per info e prenotazioni:
Prenotazione obbligatoria esclusivamente via mail all’indirizzo:associazionecult[email protected]
Per ulteriori chiarimenti o domande chiamare il 3401964054

Il fine settimana di Ocarina #9 (6 novembre) Experience Bowie in Movie! e Experience Bowie in Music!

Questo fine settimana andiamo a Bologna, al MAMbo – Museo d’Arte Moderna, dove domenica 6 novembre (h 16.00-19.00), all’interno della mostra “David Bowie is“,  si terrà un doppio appuntamento, in ricordo del Duca Bianco.

A 30 anni di distanza dall’uscita del film Labyrinth, è stata organizzata una proiezione per ricordare questo capolavoro assoluto degli anni ’80’ dove David Bowie vestiva i panni di Jareth, l’affascinante e misterioso Re dei Goblin, che all’epoca aveva incantato tanti piccoli spettatori. Il film ha diverse influenze come per esempio Alice nel Paese delle Meraviglie e Il mago di Oz, ed è diventato famoso anche grazie alla colonna sonora contenente diversi brani di Bowie. La proiezione che avverrà presso la Sala Conferenze sarà quindi un’occasione per far conoscere anche ai più piccoli lo sguardo magnetico dell’artista, ormai leggenda del rock, e la sua magnifica musica.

A seguire il pubblico sarà accolto negli spazi dedicati ad EXPERIENCE BOWIE! nella postazione Identity dove si potranno realizzare speciali maschere ispirate ai personaggi del film.

L’esposizione di “David Bowie is” è aperta fino al 13 novembre 2016 nelle sale del MAMbo di Bologna. Il percorso si articola intorno ad una serie di contenuti multimediali che permettono di ricostruire la vita dell’artista e di avvicinarsi alle sue opere. Si tratta della più grande retrospettiva mai dedicata al Duca Bianco e quella di Bologna, unica in Italia, è la sua ultima tappa europea.
La mostra ha avuto molte recensioni positive da parte di testate nazionali ed internazionali; di seguito vi riportiamo l’articolo uscito su wired il 14 luglio in occasione dell’inaugurazione.

Oggi Ocarina ascolta #5 “La canzone della Cacca” di Piumini e Caviezel

“Hai presente quel movimento che spinge nella pancia? Sembra qualcosa che si voglia liberare, tremano tutti i tombini della città: che sarà mai, forse onde che s’azzuffano nel mare? Prigionieri? O un bastimento che dall’argine si stacca? Forse, forse, forse è la tua…Cacca!”

Oggi abbiamo selezionato per voi una canzone che parla di un argomento molto amato dai bambini: la Cacca!
Si tratta appunto della “Canzone della Cacca” di Roberto Piumini e Giovanni Caviezel divertente da ascoltare e cantare insieme ai vostri piccoli. Il testo è infatti molto semplice e irresistibile per i bambini che possono ripetere un sacco di volte la parola cacca.

Simpatico ed utile a molti genitori che sono alle prese con la fase dello “Spannolinamento” dei loro figli è anche il libro omonimo illustrato edito da Gallucci al cui interno è possibile trovare anche il cd con la canzone.
Ascoltando la canzoncina e seguendo le immagini colorate del libro, sembra che a tanti bambini venga voglia di abbandonare il pannolino, familiarizzando in maniera naturale e allegra con il vasino. Sarà vero???

 

Subscribe now!