Oggi Ocarina ascolta #163 – la sigla di “Dilili à Paris”

In occasione della festa Internazionale della donna, Ocarina fa un omaggio a tutte le donne valorose che hanno combattuto e combattono per l’uguaglianza dei generi, di etnie e di classi sociali, proponendo la sigla del film di animazione Dilili à Paris. Firmato dal maestro dell’illustrazione animata Michelet Ocelot, “Dilili à Paris” è una fiaba noir a difesa delle donne ed è stato considerato da molti critici cinematografici il miglior film del 2018, “una animazione per bambini con l’obiettivo di educare gli adulti”.
Divenuto celebre con il personaggio del piccolo africano Kirikù che lo ha portato alla vittoria a Cannes, con “Dilili à Paris”, Ocelot racconta sotto forma di favola dai risvolti oscuri temi difficili quali la violenza sulle donne e i femminicidi, sempre più in aumento in Francia così come nel resto del mondo. La protagonista si chiama Dilli, una bambina dalla pelle ambrata  fuggita clandestina dalla Nuova Caledonia, che approda nella capitale francese del 1900 con l’aiuto dell’anarchica libertaria Louise Michel, maestra di diritti delle donne e ribellione contro le ingiustizie.
Dilili scoprirà un traffico di bambine rapite dalla setta dei Maschi Maestri, brutta gente che tenta di fermare l’emancipazione femminile costringendo le piccole vittime a coprirsi con veli neri e camminare a quattro zampe.
La colonna sonora originale del film è del musicista e direttore d’orchestra libanese Gabriel Yared, compositore delle musiche della “La città degli angeli” e vincitore del premio Oscar per il “Paziente Inglese”.
Qui è possibile acquistare la sigla
Di seguito il video