Oggi Ocarina ascolta #244: Au clair de la lune - Ocarina Player
icon


Iscriviti alla nostra newsletter

Contatti

[email protected]

Sindbad Srl
Via Giano della Bella, 23
50124 Firenze

Shopping bag (0)

Nessun prodotto nel carrello.

icon
0
THE POND

Oggi Ocarina ascolta #244: Au clair de la lune

09/09/22 Ocarina ascolta

Oggi ascoltiamo Au clair de la lune, una dolcissima filastrocca francese popolare del XVIII secolo, molto conosciuta in tutto il mondo come ninna nanna da cantare ai bambini.

In Francia e nei paesi francofoni è una canzone trapiantata nelle tradizioni, che non risente del tempo. In realtà sembra che sia stata scritta nel 1700, all’epoca di Luigi XIV  da un autore italiano, un papà sconosciuto, un certo Giovanni Battista Lulli, compositore e musicista fiorentino che prese la naturalizzazione francese, cambiando il suo nome in Jean-Baptiste Lully. La prima versione sonora di Au clair de la lune avvenne successivamente nel 1860, attraverso il fonautografo, il primo antenato del moderno registratore vocale. Si tratta della più vecchia registrazione di voce umana a noi nota, realizzata  dall’editore e libraio Édouard-Léon Scott de Martinville, inventore appunto del fonautografo. Da allora, la canzone ebbe ampia diffusione, non più limitata al suo paese di appartenenza e al tramandarsi oralmente di generazione in generazione.

Sebbene generalmente cantata come ninna nanna, Au clair de la lune, grazie alla sua melodia, viene spesso utilizzata come aiuto per imparare a suonare determinati strumenti, come per esempio il glockenspiel, ma anche nelle scuole per imparare le prime parole di francese.

Negli anni il testo verrà riscritto molte volte. I versi sono più che altro metaforici e riprendono a tratti uno sfondo religioso, tesi ad accendere la fiamma non della candela ma bensì della fede. Anche la presenza di Pierrot nella prima strofa, una maschera italiana del 1500, principalmente un personaggio malinconico e innamorato della luna, sottolinea l’importanza del titolo: la luce che non dovrebbe spegnersi neanche di notte…

“Au clair de la lune
Mon ami Pierrot
Prête-moi ta plume
Pour écrire un mot
Ma chandelle est morte
Je n’ai plus de feu
Ouvre-moi ta porte
Pour l’amour de Dieu…”

Tra le tante versioni realizzate di Au clair de la lune, Ocarina è di parte  e vi consiglia di ascoltare la sua! Potete trovarla all’interno della playlist World lullabies acquistabile nella sezione audio del sito. ACQUISTA QUI
Oltre a Au clair de la lune, la raccolta comprende anche altre ninne nanne popolari appartenenti a terre diverse: Italia, Francia, Inghilterra, Germania, Spagna, Israele, Palestina.

Di seguito riportiamo il video dove è riportato anche il testo completo della canzone