Oggi Ocarina ascolta #245: La bella tartaruga- Bruno Lauzi - Ocarina Player
icon


Iscriviti alla nostra newsletter

Contatti

[email protected]

Sindbad Srl
Via Giano della Bella, 23
50124 Firenze

Shopping bag (0)

Nessun prodotto nel carrello.

icon
0
THE POND

Oggi Ocarina ascolta #245: La bella tartaruga- Bruno Lauzi

13/10/22 Non categorizzato

Oggi Ocarina ascolta “La bella tartaruga” splendida canzone per bambini che il cantautore Bruno Lauzi scrisse  negli anni ’70. Composta dallo stesso artista genovese sulla musica di Pippo Caruso, la canzone venne utilizzata nel 1975 come sigla della trasmissione televisiva “Anteprima di Colpo di Fortuna,” diventando molto amata dai più piccoli che iniziarono così a trasformare il dolce rettile protagonista in un vero supereroe.

La bella tartaruga che cosa mangerà?
Chi lo sa?
Chi lo sa?

Due foglie di lattuga e poi si riposerà
Ah ah ah
Ah ah ah
La tartaruga

Un tempo fu
Un animale che correva a testa in giù
Come un siluro filava via
Che ti sembrava un treno sulla ferrovia
Ma avvenne un incidente
Un muro la fermò
Si ruppe qualche dente
E allora rallentò

La tartaruga
Da allora in poi
Lascia che a correre pensiamo solo noi
Perché quel giorno, poco più in là
Andando piano lei trovò
La felicità
Un bosco di carote
Un mare di gelato
Che lei correndo troppo non aveva mai guardato
E un biondo tartarugo corazzato
Che ha sposato un mese fa

La bella tartaruga nel mare va perché
Ma perché?
Ma perché?

Fa il bagno e poi si asciuga dai tempi di Noè
Eh eh eh
Eh eh eh

La tartaruga
Lenta com’è
Afferra al volo la fortuna quando c’è
Dietro una foglia
Lungo la via
Lei ha trovato la per là
La felicità
Un prato d’insalata
Un lago di frittata
Spaghetti alla chitarra per passare la serata
Un bosco di carote
Un mare di gelato
Che lei correndo troppo non aveva mai notato
E un biondo tartarugo corazzato
Che ha sposato un mese fa

Così cantava il grande Lauzi, che come il suo concittadino e grande amico Fabrizio de Andrè amava raccontare storie, far pensare, piuttosto che dare una verità preconfezionata. Sfuggendo dalla banalità di tanti brani per bambini,  il testo della “Bella Tartaruga” vuole infatti far riflettere sull’importanza di andare piano…andando piano si apprezza la bellezza che ci circonda e si raggiungono con serenità le cose che desideriamo. 

Proprio per questo messaggio e anche per  l’andamento lento e cadenzato, la canzoncina è diventata negli anni un classico per ragazzi che i bambini imparano e cantano ancora adesso.

Dopo essere pubblicata nel 1975 in un 45 giri, La tartaruga, sarà inclusa nel quindicesimo album di Lauzi, del 1976, insieme a Jonny il bassotto Al pranzo di gala di babbo Natale, il leprotto Zip e altri brani…

Di seguito il video della canzone