Spedizione gratuitaGaranzia 24 mesiMade in Italy

The Pond - Il Blog di Ocarina

Oggi Ocarina ascolta #153 – Invisible – dal film Klaus – i segreti del Natale

Stiamo entrando nel clima natalizio e già i bambini scalpitano per scrivere la loro letterina a Babbo Natale! Ocarina coglie l’occasione per ascoltare Invisible, canzone principale della colonna sonora dell’ultimo successo di Netflix: Klaus – i segreti del Natale. Uscito sulla piattaforma lo scorso 15 novembre, il film di ‘animazione, diretto dallo spagnolo Sergio Pablos, è già stato molto apprezzato dal pubblico e dalla critica sia per la grafica vivace e deliziosa sia per la trama.
La pellicola, dedicata alle famiglie, porta in scena la storia delle origini di Babbo Natale ed ha come protagonista un pigro e simpatico postino di nome Jesper che viene mandato dal padre in un’isola sperduta del nord per fare un apprendistato.
 Proprio grazie a lui, nascerà la leggenda di Santa Klaus.

Anche la colonna sonora del film è dedicata al Natale e alla festa. Invisible cantata dalla ‘principessina del pop’ Zara Larsson è caratterizzata da uno spirito festivo e racconta di quanto sia fondamentale dare e ricevere, essere gentili e impegnarsi per poter essere felici. Un messaggio di gentilezza che si sposa in maniera perfetta con il messaggio del film Klaus.

Qui potete acquistare la canzone:

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #145 – Autunno Slow – Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Si conclude questo fine settimana l’ottava edizione di Autunno Slow manifestazione che si è tenuta da fine settembre nel cuore dell’Appennino Toscano Emiliano, presso il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Un ciclo di incontri che sta riscuotendo un grande successo all’insegna della voglia di lentezza, relax, e del contatto con la natura. Sono stati davvero tanti e vari gli appuntamenti che hanno avuto come protagonista il bosco e gli animali che lo popolano: escursioni, passeggiate, laboratori, mostre, workshop di fotografia, sagre, degustazioni e iniziative speciali…

E anche per questo sabato 16 novembre c’è grande attesa per l’appuntamento “Ulula alla luna: facile escursione con prova di wolf howling”, dedicata appunto al lupo, un animale che da sempre ha affascinato l’immaginario collettivo ma anche suscitato timori e paure ingiustificate. Si tratta di un invito ad ascoltare il lupo e più in generale il bosco, partendo dal presupposto che la conoscenza degli animali passi anche dalla capacità di riconoscerne i versi.
Per l’occasione verrà organizzato un trekking notturno, durante il quale sarà eseguita una prova di Wolf Howling, una tecnica di censimento del lupo che sfrutta la tendenza di quest’ultimo a ululare, emettendo un ululato artificiale. La speranza è che, in risposta al finto ululato, i lupi del parco rispondano! L’escursione sarà preceduta da un incontro informativo sul lupo e da una buona cena a base di prodotti tipici del territorio casentinese.

Il giorno dopo, domenica 17 novembre è in programma la passeggiata di gruppo con gli asini, che potranno essere cavalcati a turno dai bambini, nel castagneto multicolore con l’assistenza di una guida ambientale per svelare tutti i segreti del bosco autunnale.
A conclusione, è previsto il ritrovo intorno al fuoco per mangiare le caldarroste e per bere un bicchiere di profumato vin brulè.

Oltre a tenere d’occhio il calendario degli eventi che saranno proposti nei prossimi mesi, vi consigliamo di visitare la sezione multimedia del sito web, dove troverete simpatici video con le avventure del giovane lupo Leo. …Allontanatosi dal branco per seguire il sogno di diventare esploratore, Leo farà un lungo viaggio verso casa , imbattendosi così in nuovi amici animali e scoprendo tante nuove cose che lo lasceranno senza fiato….
Senz’altro un modo divertente per far scoprire ai bambini le bellezze e le particolarità naturalistiche del Parco Nazionale Casentinese.

La chiropratica e lo sviluppo sensoriale nel bambino: intervista al chiropratico pediatrico Sébastien Cras

Sébastien Cras, puoi parlarci della tua professione?
Sono un chiropratico con sede nei Paesi Baschi, a Bayonne. La chiropratica è un ottimo rimedio per individuare e combattere problemi della colonna vertebrale ma non solo! In particolare mi occupo di  Neurologia Funzionale Chiropratica (NFC). Donne in gravidanza, neonati, bambini, adulti, atleti, anziani, sono tutte persone che mi richiedono trattamenti per prevenire o recuperare lesioni fisiche, chimiche o emotive. Questi ultimi 3 aspetti sono effettivamente correlati e il mio lavoro è proprio quello di riportare i pazienti a un equilibrio e una postura ottimali.

Neurologia funzionale … da dove cominciare?
Tutto inizia nella pancia della mamma, nella fase embrionale! Decine di migliaia di neuroni vengono creati ogni giorno, così come la loro interconnessione. L’ottimizzazione di questo meccanismo è essenziale nei primi anni di vita, perché in età adulta la creazione di neuroni rallenta. È per questo motivo che qualsiasi stimolazione nel feto e nel bambino, permetterà di moltiplicare le connessioni neuronali e di mantenere la loro attività. Le stimolazioni possono essere fisiche (motorie), chimiche (cibo, micronutrizione) e psico-affettive. Toccano tutti i sensi: gusto, olfatto, vista, tatto, ma anche udito!
Prima di piantare verdure in un orto si preparara il terreno, si rimuovano le erbacce, si nutre il terreno …. allo stesso modo la chiropratica “pulirà” e ottimizzerà il sistema nervoso di un bambino in modo che possa comprendere la stimolazione, assimilare e quindi promuovere una buona postura, buone capacità motorie, buona concentrazione, buona capacità di apprendimento, ecc.

In termini concreti, come possiamo stimolare i bambini ogni giorno?
Uno dei primi ruoli del sistema nervoso è il movimento. Questo è innato e non dovrebbe essere bloccato. Ad esempio, fasciare un bambino lo priva di abilità motorie libere e non promuove lo sviluppo del cervello. È sicuramente meglio far stare un bambino su un tappetino che su una poltrona reclinabile. In questo modo potrà muoversi, girare la testa quando sente un suono e associarlo a un’immagine. Sarà anche in grado di toccare ciò che lo circonda senza restrizioni di movimento. Sicuramente anche i suoni avranno un ruolo stimolante: i rumori della casa e dell’esterno, le voci del suo entourage, la musica, sono altrettanti fattori che parteciperanno alla moltiplicazione dei neuroni!

Pensi che Ocarina Player possa svolgere un ruolo interessante in questa stimolazione?
Certo ! La varietà di suoni e le frequenze sonore promuoveranno una creazione quantitativa e qualitativa dei neuroni e la loro interconnessione. Ocarina consente inoltre ai bambini di sviluppare la loro autonomia grazie ad una navigazione semplificata ed un ascolto in movimento. Un piccolo consiglio personale a tutti gli amanti e utilizzatori di Ocarina: inserisci all’interno del Player tante e differenti tracce in modo da offrire ai bambini una grande scelta di ritmi, generi, lingue e suoni!

*Sébastien Cras è un chiropratico per bambini e professionista in Kinesiologia. Svolge la sua professione a Bayonne in Francia. Qui potete trovare maggiori informazioni su di lui e sulla sua attività.

Oggi Ocarina ascolta #152 – Heroes – David Bowie

A 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, anche Ocarina vuole omaggiare questo importante anniversario ascoltando Heroes, il brano che David Bowie dedicò al Muro e ai giovani ragazzi dell’est. Una canzone in seguito diventata un inno di tutti coloro che odiavano quella costruzione che aveva separato e ucciso centinaia di famiglie.

Pubblicata nel 1977, Heroes fu composta da Bowie nel suo periodo berlinese: mentre si trovava nello studio di registrazione, vide che vicino al Muro si baciavano due ragazzi. L’accostamento tra la passione e il senso di libertà e il Muro, emblema della divisione, gli ispirò il testo.
Rimarrà inoltre alla storia il concerto del 1987 in cui David Bowie si esibì davanti al Reichstag, l’ex appartamento nazista che dal 1945 è un edificio semi distrutto, simbolo dell’orrore della guerra. E mentre il pubblico pagante della parte occidentale impazziva sotto il palco, dall’altro lato del muro, nella Berlino est si radunarono migliaia di giovani. Proprio sulle note di Heroes, tutti esplosero di gioia e, dimenticando le forse di polizia, iniziarono a gridare “Giù il muro”! Un concerto straordinario che lo stesso Bowie definì come una delle performance più emozionanti della sua vita.

Qui potete acquistare Heroes

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #144 – Passeggiate fiabesche – Roma

Domenica 10 novembre Ocarina consiglia di non perdervi il primo appuntamento delle passeggiate fiabesche in programma a Roma presso Villa Torlonia. Si tratta di un ciclo di visite guidate – organizzate dall’associazione culturale Calipso –  che hanno l’obiettivo di avvicinare bambini e ragazzi al meraviglioso mondo dell’arte e della storia. E proprio utilizzando note fiabe, che il giovane pubblico sarà condotto alla scoperta della città di Roma e alla conoscenza degli artisti che vi hanno dedicato la loro vita.

Un format innovativo, vincitore del contest “Lazio Creativo 2018, 100 storie di creatività” indetto dalla Regione Lazio.

Questa domenica alle 14,30, l’appuntamento avrà come protagonista la storia del Flauto Magico. Il percorso partirà dall’entrata di Villa Torlonia su Via Nomentana, 70. Sarà una passeggiata all’interno del parco, durante la quale la guida dei bimbi Maga Smeralda racconterà la fiaba e farà ascoltare le musiche di Mozart!

….Una principessa prigioniera, il tempio di un potentissimo sacerdote, un principe bellissimo e coraggioso, un acchiappa-uccellini spiritoso si muovono tra i giardini fiabeschi di Villa Torlonia. Ma c’è un canto spaventoso….è la malvagia Regina della Notte che vive nella sua casa! Niente paura! La Maga Smeralda e le note del Flauto Magico del principe condurranno tutti in salvo!

A metà visita è prevista l’entrata all’interno della Casina delle Civette, che per l’occasione assumerà il ruolo di Casa della Regina della Notte che i bambini incontreranno in carne ed ossa!

Qui è possibili trovare maggiori informazioni sul ciclo di incontri e sull’appuntamento di domenica.

Oggi Ocarina ascolta #151 – La sigla di Heidi

Oggi Ocarina ascolta la sigla di Heidi, uno dei cartoni animati che più hanno segnato la fanciullezza di molti di noi ‘grandicelli’. E’ sufficiente infatti ascoltare poche note per tornare in quel mondo fatto di monti, di prati, di risate liberatorie ma anche di tristezze infinite…

Tratta da un classico pedagogico della letteratura per l’infanzia, scritto nel 1880 dall’autrice svizzera Johanna Spyri, la serie animata Heidi fu prodotta nel 1974 dallo studio di animazione giapponese Zuiyo Eizo, diretta da Isao Takahata  e disegnata dal grande maestro Hayao Miyazaki. In Italia apparse negli schermi nel 1978, sull’allora Rete 1. Una vera e propria rivoluzione, visto che fino a quel momento erano state trasmesse solo strisce, sketch, gag tra animali, antenati o supereroi! Nessun cartone animato parlava di bambini, infanzia, niente che rimandasse a ritmi lenti, profondi e reali.

Ed anche la sigla originale riscosse un grande successo, tanto da divenire una vera e propria icona sonora e un caso discografico. Non era mai accaduto che una sigla per bambini potesse entrare in classifica. Il 45 giri di Heidi cantato da Elisabetta Viviani superò invece il milione di copie e il 20 maggio del 1978 arrivò a conquistare il podio della classifica italiana.

Qui potete ascoltare la sigla

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #143 – Speciale Halloween al Parco di Pinocchio – Collodi (PT)

Finalmente è arrivato il giorno di Halloween la festa più spaventosa dell’anno, tanto attesa dai bambini, ma anche dai più grandicelli. Per l’occasione durante tutto il weekend non mancheranno eventi e party horror che hanno come protagonisti, zucche streghe, scheletri e fantasmi.

Ocarina va un po’ in controtendenza e vi propone un evento speciale dedicato ad halloween ma anche al protagonista della fiaba italiana più conosciuta nel mondo: Pinocchio. Si tratta di quattro giornate – dal pomeriggio del 31, fino al 3 novembre – organizzate nel Parco di Pinocchio a Collodi, un piccolo paese nel cuore della Toscana dove Carlo Lorenzin, autore della fiaba, trascorse la propria infanzia. Un’occasione per fare festa ma anche per visitare il bellissimo e suggestivo parco, un luogo con un’atmosfera d’altri tempi, senz’altro un po’ vintage” senza senza effetti speciali né attrazioni supertecnologiche…

Naturalmente lo speciale Halloween non potrà che essere all’insegna di sfide tra spiritelli, laboratori di riciclo, spettacoli, letture e tanto altro ancora.

Partiamo dal Parco Monumentale dove saranno organizzati percorsi narrati tra le bellissime e storiche opere di grandi artisti del Novecento, come le sculture di Pietro Consagra fino al Grande Pescecane di Zanuso.

Pinocchio in persona aspetterà tutti i bambini nello storico Labirinto e nella Casina della Fatina Turchina per aiutarli a cacciare tutti i fantasmi!

All’interno dello storico teatro dei burattini, uno dei più belli d’Italia, non mancheranno gli spettacoli dove anche il pubblico potrà interagire e diventare protagonista. Inoltre, nella Piazza dei Miracoli, situata al centro del Parco, sono organizzate attività laboratori per realizzare mostriciattoli da muovere con le mani, giochi a squadre, body percussion e trucca bimbi.

Qui potete trovare maggiori informazioni sull’evento

Oggi Ocarina ascolta #150 – sigla della Famiglia Addams

Mancano tre giorni ad Halloween e Ocarina ne approfitta per ascoltare  la sigla della famiglia più spaventosa dello schermo, la Famiglia Addams. Una migliore occasione non poteva esserci anche perché proprio il 31 ottobre uscirà nelle sale cinematografiche il tanto atteso film d’animazione che porterà a nuova vita gli Addams.

Le avventure degli strani personaggi dall’humor surreale e macrabo, cominciano negli anni ’30 con delle vignette  pubblicate sul ‘New Yorker’ e realizzate dal geniale artista Chas Addams.
Il successo fu tale che nel 1964 ne venne tratta una serie televisiva, “La famiglia Addams”, rimasta poi leggendaria. La storia sarà riproposta più volte nel corso degli anni a seguire, come serie animata e anche come film, al cinema e in tv.  Fino ad arrivare ad oggi con il nuovo film d’animazione diretto da Greg Tiernan e Conrad Vernon. Un’occasione per rivivere le avventure dei mitici personaggi:   Gomez, Morticia, Mercoledì, Pugsley, Fester, Lurch, Mano e Nonna…

Nell’attesa del 31 ottobre potete ascoltare e acquistare la sigla originale e la colonna sonora del nuovo film

Di seguito il video

Oggi Ocarina ascolta #149 – Society- Eddie Vedder

Oggi Ocarina ascolta Society, meravigliosa e profonda canzone scritta da Eddie Vedder, leader dei Pearl Jam, gruppo grunge/alternative rock americano .

Composta dall’artista nel 2007 per il famoso film di Sean Penn Into the Wild, Society è un brano di denuncia il cui testo vuole esprimere un senso di frustrazione e di rifiuto nei confronti della società. Al contempo la musica dal ritmo lento, pacato e costante riesce tuttavia a trasmette un gran senso di calore. Così anche la voce di Eddie Vedder, dall’inconfondibile tono basso, altrettanto caldo e armonico, rende Society una ballata, ideale per rilassarsi. Adatta anche come alternativa alla classica ninna nanna per far addormentare i vostri bambini.

Qui potete acquistarla.

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #142 – Micron 2019 – Torino

Prosegue anche questo fine settimana a Torino, la rassegna di teatro musicale per bambini Micron 2019. Da sempre la lirica e al teatro musicale sono considerati ambienti da adulti e anche un po’ “noiosi”. In barba a tutto ciò l’associazione culturale MYTHOS ha ideato una rassegna, giunta quest’anno alla XV edizione, dedicata all’opera da camera, ovvero all’opera teatral/musicale di dimensioni ridotte (pochi cantanti, una compagine orchestrale contenuta, ed una durata complessiva che non eccede l’ora, tarata sulla capacità d’attenzione anche dei più piccoli), ma completa quanto a libretto, allestimento, struttura musicale (arie, duetti ed insiemi), cantanti  e talvolta cori. Un’iniziativa a cui il pubblico sta rispondendo con affluenza ed entusiasmo. Ed anche quest’anno saranno presentate nove opere di teatro musicale da camera, di cui bene quattro nuove produzione. Punto fermo la musica dal vivo con cui gli artisti giocano e si confrontano.

Si intitola Granelli, lo spettacolo prodotto da Cordata FOR che andrà in scena questa domenica, 20 ottobre alle 16,30, al Teatro Crocetta. Si tratta di una fiaba circense con musica che ha come protagonista un bambino che, scavando nel suo immaginario, porta alla luce un castello di sabbia meraviglioso… il più grande che sia mai esistito! Non tutto appare facile e risolvibile, all’inizio, ma il protagonista impara ad affrontare le sue paure e a mettere alla prova le sue capacità, facendoci scoprire che ognuno di noi è “semplicemente” un bellissimo e unico granello di sabbia.

La narrazione passa attraverso l’azione performativa di tre giovani artisti, che utilizzano le tecniche circensi più disparate per trascinare il pubblico.

Alla fine dello spettacolo è previsto un momento partecipativo e di scambio in cui i piccoli spettatori che verranno coinvolti, in modo da far diventare la platea un tutt’uno col palco.

Qui è possibile consultare il programma di tutta la rassegna.