Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

The Pond - Il Blog di Ocarina

Il fine settimana di Ocarina #133 – Il cancello delle favole – Formia (LT)

Dal 4 al 7 luglio torna a Formia, nel cuore del quartiere medievale di Castellone, il festival nazionale di teatro per ragazzi “Il cancello delle favole” promosso dal Teatro Bertolt Brecht.

Per quattro giorni l’antico anfiteatro di Formia, meglio conosciuto come il “Cancello” sarà animato da giochi e spettacoli e tante storie con protagonisti draghi, cavalieri, gatti, personaggi strambi ed immaginari.

Quest’anno un intero pomeriggio sarà dedicato ai laboratori e ai giochi. Il 4 luglio alle ore 17:00 Tocca che ti tocco, il laboratorio di manipolazione dell’argilla con il comitato provinciale dell’Unicef (ad iscrizione – offerta libera pro Unicef), alle 18:30 in piazzetta Iqbal Amnesty Edu, i giochi sui diritti umani (ad iscrizione – offerta libera per Amnesty) e alle 19:30 al Cancello Fuori Gioco, la lettura animata e giochi letterari a cura dell’associazione Fuori Quadro (ad iscrizione – attività gratuita). 

Il 5,6 e 7 luglio ogni mattina, dopo le favole a colazione, alle 11 il laboratorio di costruzione di burattini con materiale di riciclo (gratuito).

Grande e bella novità di questa VII edizione sono i tre giorni di Scuola di teatro gratuiti, il 5-6-7 luglio dalle 17 alle 19 a cura degli attori del Teatro Bertolt Brecht. 

Dal 5 luglio tutte le sere alle ore 21:00, e la domenica anche alle ore 19:00, uno spettacolo di teatro per ragazzi con alcune delle compagnie più affermate nel panorama nazionale del Teatro per ragazzi: “Il pifferaio di Hamelin” del Teatro Verde di Roma, “Il circo dei burattini” del Cerchio Tondo di Lecco, “Il soldatino di stagno” del Teatro Tieffeu di Perugia. 

Il 7 luglio alle 19:00 si conclude in bellezza con lo spettacolo “La biblioteca incantata”, prima produzione firmata Accademia Brecht.

I versi degli animali

Ocarina ha compiuto 5 anni!
Nel mese di giugno Ocarina ha  festeggiato i suoi primi  5 anni  di produzione made in italy con un grande party. 5 anni che sono stati molto intensi, dedicati a far divertire, cantare, danzare, rilassare i bambini di tutto il mondo, stimolandoli all’ascolto di  fiabe, canzoni e ninna nanne, tutte di alta qualità e in diverse lingue. Fino ad oggi OcarinaSound – il nome che definisce le produzioni audio di Ocarina – ha realizzato molte tracce originali  anche grazie a importanti collaborazioni in Italia e all’estero: dalla francese “Bloom – la radio des enfants” realtà parigina che sviluppa contenuti audio con format innovativi, a Storynory il più importante produttore indipendente inglese che da oltre 15 anni realizza audio-fiabe per la prima infanzia, fino al conosciuto editore tedesco Vorleser.net che propone una crescente raccolta di fiabe classiche destinate ai bambini.

Il nuovo progetto audio OcarinaSound
L’ultima produzione appena sviluppata da OcarinaSound si intitola “I versi degli animali” un nuovo progetto audio rivolto in particolare ai piccoli di età prescolare che ha finalità ludiche ma anche educative. In totale sono 25 suoni seguiti da un’introduzione vocale registrata da alcuni bambini amici di Ocarina che descrivono in tre lingue diverse (italiano, inglese, francese)  il nome dell’animale e del rispettivo verso. Grazie alla nuova funzione shuffle, presente all’interno di Ocarina, che consente una riproduzione casuale, i bambini hanno la possibilità di ascoltare il suono e provare ad indovinare l’animale che lo emette. Non sempre i piccoli sanno che il cervo bramisce, il gufo bubola e la balena canta….ed è proprio grazie a queste nuove tracce audio che potranno imparare molti versi di animali non sempre conosciuti e facili da memorizzare. 

La nuova Ocarina Summer Edition
A partire da questo mese, la playlist con I versi degli animali è stata inserita nella nuova Summer edition, la versione speciale di Ocarina, dedicata all’estate, al mare, al viaggio. Oltre a queste nuove tracce, all’interno della Summer Edition è possibile trovare una playlist speciale con brani che parlano di mare, il caldo, il surf, le vacanze e naturalmente saranno presenti anche tutti i contenuti audio che si trovano nella Ocarina classica.

Qui potete trovare informazioni sulla Ocarina Summer Edition ed i suoi contenuti.

Oggi Ocarina ascolta #134 – Una zebra a pois

Sull’onda del successo dell’Ocarina Jungle Party, oggi Ocarina continua a divertirsi parlando di animali e ascolta Una zebra a pois, un simpatico brano, dalla vitalità contagiosa, ideale per fare festa.

Pubblicata nel 1960 all’interno del 26° singolo di MinaUna zebra a pois, fu presentata per per la prima volta dalla cantante cremonese durante la trasmissione tv “sentimentale”, riscuotendo subito un grande successo. Il brano resterà a suo modo un emblema di una rivoluzione musicale, della trasgressione di una generazione che non si riconosceva più nelle tradizionali canzoni sanremesi. Proprio per questo, nel 1981, Ivan Cattaneo riprenderà Una zebra a pois per lanciare il suo ‘Italian graffiati’, uno dei dischi più venduti dei primi anni ’80.

Qui potete acquistare il brano cantato da Mina

Qui potete acquistare  la cover di da Ivan Cattaneo

Di seguito i due video con entrambi gli artisti…quale è il vostro preferito?

Il fine settimana di Ocarina #132 – Raccontando sotto le stelle – Trani (BT)

Con l’inizio dell’estate prende il via Raccontando sotto le stelle, la rassegna teatrale per bambini che si tiene a Trani (BT) dal 28 giugno al 12 luglio.

Giunto alla 21° edizione, il Festival propone un carnet di cinque eventi serali a partire dalle 21:00, in diverse ed affascinanti locations della città: dalle splendide piazze ai cortili dei palazzi storici, dall’anfiteatro del boschetto della villa comunale al Centro Jobel, storica sede della rassegna.

Unico nel suo genere, anche quest’anno Raccontando sotto le stelle offre un calendario ricco di spettacoli di teatro d’attore, teatro di di figura con burattini, teatro d’ombre e teatro d’oggetti, messi in scena con compagnie professionali, operanti sul territorio nazionale e internazionale.

Le numerose presenza delle scorse stagioni (400 presenze a serata e circa 2.000 spettatori ad edizione) sono una grande soddisfazione per gli organizzatori  Marluna Teatro e Miranfù, Libreria dei Giovani Lettori.

Questo venerdì 28 giugno si parte con lo spettacolo di burattini Arlecchinate a cura di Bambambin Puppet Theatre, presso la Piazzetta San Francesco (Centro Storico). Si tratta di un  repertorio dal ritmo incalzante con dialogo divertenti,  provenienti dalla tradizione italiana che vedono come protagonista Arlecchino. Ed è proprio quest’ultimo ad essere coinvolto in mille peripezie per sfuggire agli inganni di Brighella, ai morsi del suo Cane, alle cure del dottor Balanzone, al braccio della Legge e …alla Morte.

Ma non finisce qui. Le musiche tradizionali suonate dal vivo renderanno lo spettacolo ancora più dinamico  allegro e festoso.

Oggi Ocarina ascolta #133 – Thriller – Michael Jackson

Oggi ricorre il decennale della morte di Michael Jackson e Ocarina coglie l’occasione per ascoltare Thriller, uno dei suoi maggiori successi. Estratto come settimo ed ultimo singolo e dall’omonimo album – ritenuto il disco più venduto nella storia della musica con una stima di oltre 110 milioni di copie all’attivo – il brano fu pubblicato nel 1982 negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Ancora oggi rimane la canzone più venduta e scaricata ogni anno nel periodo di Halloween.

Ben due generazioni sono cresciute con il groove di Thriller e con la musica di Jackson il vero e indiscusso re del pop, considerato uno degli uomini più famosi del mondo.

Il videoclip di Thriller, trasmesso per la prima volta su MTV il 2 dicembre 1983, sarà uno dei lavori che stravolgerà la vita all’artista, portandolo ad un successo planetario. Se prima di allora i video musicali erano generalmente solo dei collage di immagini per accompagnare la canzone da promuovere, questo video è un vero e proprio “Short film”, con  una trama ed una coreografia. Jackson decide infatti di omaggiare il cinema horror, fondendo l’anima pop del pezzo in una danza macabra. Una trovata geniale  che segnò per sempre la sua carriera: chi da bambino non ha mai cercato di imparare il balletto degli “zombie”? Ma ancora oggiThriller è molto conosciuto ed è copiato in tutto il mondo nei flashmob, nei video di Youtube, nelle feste come omaggio a Michael Jackson.

Qui puoi acquistare il brano

Di seguito il video

Oggi Ocarina ascolta #132 – Boys Don’t Cry – The Cure

Grande live dei Cure ieri sera al Firenze Rocks 2019! Anche Ocarina era presente e oggi un po’ nostalgica ascolta Boys Don’t Cry, uno dei pezzi più famosi della band inglese, guidata dal loro leader un Robert Smith decisamente sempre in forma strepitosa.

Pubblicata nel 1979, Boys Don’t Cry inizialmente non faceva  parte di nessun album, ma venne poi inclusa un anno dopo nell’ LP omonimo. Come nelle migliori lovesong, nel brano si parla di una storia difficile e di amore finito, anche se alla base c’è una spensieratezza adolescenziale, addirittura un’aria scanzonata, tutte atmosfere che in futuro saranno piuttosto difficili da ritrovare nei dischi dei Cure. Rapida, con una semplicissima struttura strofa-ritornello, è una canzone senz’altro da cantare a squarciagola, Boys Don’t Cry: “Mi inginocchierei ai tuoi piedi e chiederei perdono, ma so che è troppo tardi – e ora non c’è niente che posso fare”. 

Nel videoclip realizzato per la nuova versione di Boys Don’t Cry, pubblicata nel 1986, sono proprio tre bambini a suonare e ad impersonificare i Cure (hanno infatti lo stesso look). Le ombre sul telone sono però quelle della vera band, e si muovono in modo indipendente.

Qui potete acquistare il brano.

Di seguito il video

Oggi Ocarina ascolta #131 – Meet the Flintstones

Oggi Ocarina ascolta Meet the Flintstones, sigla di apertura della famosa serie televisiva a cartoni animati, I Flintstones.

Automobili a propulsione pedestre, enormi sauri volanti usati come aeroplani, bistecche di brontosauro per cena, I Flinstones sono una famiglia preistorica che vive nella immaginaria città di Bedrock. Nata nel studi di animazione Hanna-Barbera,  la serie fece il il suo debutto negli anni ’60 sulla rete ABC per rimanere nel cuore della gente fino ad oggi. Il successo ha spinto registi e sceneggiatori a portare il cartone sul grande schermo: nel 1966 esce negli Stati Uniti il film-musical Un uomo chiamato Flinstone; nel 1994 Brian Levant ha diretto un nuovo lungometraggio dedicato a questa famiglia, che ha ispirato il successivo Flinstones: Viva Rock Vegas. 

Molto amata anche la sigla Meet The Flintstones – diventata conosciuta in italiano come Gli Antenati – che venne tuttavia introdotta a partire dalla terza stagione. 

Flintstones, ecco i Flintstones,
Gli antenati con radio e TiVù
Dentro le caverne
Hanno luce e frigo come hai tu.
Vieni sulla loro cabriolet
Pieno! Fa’ benzina e lava i pie’!
Quando sei coi Flintstones
Ti diverti, Yaba Daba Dù!

Qui potete acquistare la traccia.

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #131 – Andersen Festival 2019 – Sestri Levante

Da oggi fino a domenica 9 giugno torna a Sestri Levante (GE)  l’Andersen Festival 2019: uno dei festival più importanti dedicati alle favole e al teatro, a cui anche Ocarina ha avuto il piacere di partecipare nella scorsa edizione. Il tema di quest’anno è la coscienza, con novità e grandi ospiti, uno su tutti la presenza del grande compositore Giovanni Allevi. 

Il calendario della manifestazione prevede una quattro giorni di incontri, concerti e tanto divertimento per tutte le età che seguiranno le linee principali della programmazione: il teatro fisico non verbale e il racconto. Il tutto nella splendida cornice della Baia del Silenzio. 

La premiazione del Premio Andersen 2019, giunto quest’anno alla sua 52° edizione, avviene sabato 8 giugno, alle ore 11, in piazza del Comune, dove sono presenti la giornalista e scrittrice Lidia Ravera e Giovanni Allevi.

Di seguito abbiamo selezionato gli eventi da non perdere: 

Venerdì 7 giugno
Convento dell’Annunziata, ore 17: i Teatri Soffiati portano in scena Fagioli, dalla favola Jack e il fagiolo magico

Piazza del Comune, ore 18.15: Il grande circo di Gregor e Katjusha. Lo spettacolo mischia manipolazione e danza acrobatica con le scope, peripezie sulla ruota tedesca ed equilibrismi sulla giraffa con tre ruote, il tutto acceso dalla magia del fuoco

Baia del silenzio, alle 18,30, l’emozionante concerto di Giovanni Allevi con Save The Children

Piazza del Comune, ore 22.15: Fruttillas con Crema in Petit: uno spettacolo che invita lo spettatore all’incontro attraverso gesti, smorfie e suoni

Piazza del Comune, ore 23.15: Cata Catarsis con Hups!  uno spettacolo di circo e umorismo, in cui le abilità di hula-hoop vengono combinate con musica eccentrica e fuoco.

Sabato 8 giugno 

Baia del Silenzio, Ore 19.30, : Elio Germano e Omar Rashid, portano in scena La mia battaglia, talk Virtually Theater.

Baia del Silenzio Ore 21.30, : Raphael Gualazzi in concerto. Camminare in bilico tra jazz e pop? Si può, come ci insegna Raphael Gualazzi.

Cortile Convento dell’Annunziata  – ore 17.00 i Jashgawronsky Brothers presentano Toys Boys: gli esplosivi fratelli armeni si lanciano in una nuova impresa: servirvi un con- certo coi fiocchi suonato solamente con i giocattoli!

Domenica 9 giugno 

Baia del Silenzio, Ore 21.30 : Laura Morante e Antonio Faraò Trio in Brividi immorali.

Convento dell’Annunziata, ore 17,00 Cacche spaziali. Il musical: Una bambina è accompagnata da un ratto magico in un viaggio nel tempo alla scoperta dell’acqua sporca: com’era, com’è e come sarà. Saranno catapultati nel futuro scoprendo cose mirabolanti sulle stelle cadenti e sul cibo degli astronauti, per poi tornare nella nostra epoca ed esplorare il mondo magico dei depuratori.

Qui è possibile consultare il programma completo del Festival

Oggi Ocarina ascolta #130 – Ma il cielo è sempre più blu – Rino Gaetano

Oggi Ocarina ricorda il cantante Rino Gaetano morto il 2 giugno di 38 anni fa, con una delle sue canzone più famose Ma il cielo è sempre più blu. Sebbene siano passati molti anni, il cantante crotonese rimane ancora uno dei simboli della musica italiana con le sue canzoni tanto amate anche dai più giovani. I suoi brani molto attuali si distinguono infatti per l’ironia e per la denuncia sociale celata dietro testi leggeri, tanto da poter essere ascoltati a casa, ballati in discoteca o anche utilizzati come colonna sonora delle manifestazioni politiche..

Pubblicata nel 1975 come singolo, Ma il cielo è sempre più blu durava originariamente 8 minuti e mezzo tanto da essere divisa in due parti (una per lato). La versione completa fu poi pubblicata nella raccolta Gianna e le altre… del 1988. Ed è proprio grazie a questa canzone che Rino Gaetano iniziò alla fine degli anni ’70 ad essere apprezzato sia dal pubblico che dalla critica: un brano emozionante e allo stesso tempo impegnato, da molti considerato come un saggio della sua capacità di tenersi in perfetto equilibrio tra satira e nonsense.

Qui è possibile acquistare il brano

Di seguito il video con la canzone originaria completa

Babywearing: i vantaggi per i piccoli e per mamma e papà

Portare i bambini in fascia è una pratica sempre più conosciuta e in uso. Avvolti in una stoffa o nel marsupio, sempre a stretto contatto con mamma o papà. Un modo di muoversi con i propri piccoli, trasportarli e sostenerli che proviene da tempi lontani e che in molti paesi africani e orientali è una usanza del tutto normale.

Sebbene in occidente il Babywearing sia una abitudine meno diffusa, negli ultimi anni molti genitori la stanno riscoprendo e rivalutando come una vera e propria modalità di cura ad alto contatto e maternage adatta a crescere i propri bambini.

I vantaggi per i bambini
I piccoli umani sono “programmati” per essere tenuti in braccio dai loro genitori per tutto il giorno. Questo è un bisogno fondamentale per loro tanto importante quanto bere e mangiare. L’uso della fascia permette di ricreare un ambiente simile al grembo materno, in cui il bebè si senta contenuto e rassicurato grazie alla vicinanza, al calore, all’affetto.

Il piccolo si integra più facilmente nella routine familiare: vive infatti “all’altezza” del genitore, ha la possibilità di osservare il mondo e di ricevere stimoli, condividendo l’esperienza dell’adulto.

Il senso dell’equilibrio è sollecitato di continuo perché il bimbo deve bilanciarsi e seguire i movimenti di chi lo porta. La fascia è molto efficace per proteggere la schiena del bambino e ridurre il rischio di displasia e / o dislocazione dell’anca.

Il babywearing è molto utile per i bambini appena nati, ma anche nei più grandini  rappresenta una possibilità in più per stare insieme in modo speciale e di rilassarsi

I vantaggi per mamma e papà
Con la fascia è possibile avere una totale libertà di movimento e andare dovunque: si possono salire le scale, si può passeggiare di giorno ma anche di notte, al caldo o al freddo, in luoghi rumorosi come anche i concerti… il bambino infatti avvolto stretto stretto e a contatto corporeo con i genitori non necessita di null’altro e spesso e volentieri si addormenta.

La vicinanza continua favorisce quella comprensione profonda che permette alla mamma di intuire i bisogni del figlio, interpretandone i segnali corporei e le espressioni del volto.

La fascia è un valido supporto per allattare al seno con comodità anche quando ci si trova fuori casa.

Il babywearing favorisce lo sviluppo precoce del legame padre-figlio.

Infine… se desiderate portare i vostri bambini in fascia e anche fare ascoltare loro la musica, Ocarina è lo strumento che fa per voi, ideale da appendere e trasportare!

Per approfondimenti, di seguito vi segnaliamo alcuni siti di associazioni specializzate in babywearing suddivise per diversi paesi: 

Per l’Italia vi consigliamo di visitare Portare i Piccoli, il primo sito italiano specializzato sul tema del portare, destinato ai genitori e ai professionisti della prima infanzia, il portale di Bimbinfascia, una delle prime associazioni italiane che si è occupata  di babywearing.

Di seguito il sito dell’associazione nazionale svizzera sempre specializzate sul “portare” ASpb

Per la Francia la più importante associazione di riferimento è AFPB; per la Spagna  segnaliamo Red Canguro e per approfondimenti Porteo de los bebés.