Free ShipmentWarranty 24 monthsMade in Italy

The Pond - Il Blog di Ocarina

Oggi Ocarina ascolta #127 – Yellow Submarine – The Beatles

Oggi Ocarina ascolta Yellow Submarine, famoso brano scritto e suonato dai Beatles proprio per i bambini.

Da sempre accreditato al duo Lennon/McCartney,  la canzone nasce in realtà da un’idea di Paul McCartney, che pensò di comporre una canzone giocosa che anche i più piccoli potessero cantare.

Il singolo viene così pubblicato il 5 agosto del 1966 come “doppio lato A” insieme a “Eleanor Rigby” arrivando rapidamente in vetta alle classifiche inglesi e restando al N° 1 per 4 settimane.

Yellow Submarine darà il nome anche all’omonimo film d’animazione diretto da George Dunning che uscirà nel 1968. 

Un sottomarino giallo emerge nelle acque di Liverpool per chiedere aiuto alla band più famosa del mondo composta da Ringo, George, John e Paul. I Fab 4 salgono a bordo e partono alla volta di Pepperlandia, invasa dai cattivi ‘Biechi Blu’ che vorrebbero privare il mondo dei colori, della musica e della gioia… E’ questa è la trama del bellissimo lungometraggio visionario, ispirato all’immaginario psichedelico generato dalla band  inglese nella seconda metà degli anni Sessanta e chiaramente non pensato soltanto per i bambini, ma per chiunque fosse in grado di apprezzare la stupefacente trasposizione per immagini su grande schermo della musica dei Beatles.

Qui è possibile acquistare la canzone.

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #127 – Fiabe di Primavera 2019 – Napoli

Questo fine settimana torna nel bellissimo Orto Botanico di Napoli “Fiabe di Primavera 2019”, rassegna quest’anno giunta alla 23° edizione che mette in scena alcuni tra i capolavori della letteratura universale per l’infanzia e la gioventù. I personaggi di Andersen, dei fratelli Grimm, di Esopo e di molti altri ancora saranno i protagonisti di questi speciali weekend napoletani, dedicati ai bambini e alle loro famiglie.

Gli spettacoli messi in scena dalla compagnia I Teatrini, non sono semplici trasposizioni teatrali di favole, ma veri e propri allestimenti originali creati per far vivere ai bambini anche una esperienza particolare nei bellissimi luoghi naturali del magnifico Orto Botanico. Il grande parco di via Foria rappresenta infatti una parte fondamentale delle rappresentazioni che saranno anche itineranti, tra alberi secolari e piante rare, facendo diventare a volte l’orto il vero protagonista delle fiabe.

Questo sabato 11 maggio alle 11,oo sono in programma due appuntamenti:
Le favole della saggezza: tra maschere e semplici elementi di scena, prendono vita le più famose favole di animali parlanti che dall’antichità hanno attraversato i secoli e le civiltà e che ancora oggi continuiamo ad amare sin dalla prima infanzia: La volpe e l’uva, La volpe e la Cicogna, Il Lupo e l’Agnello, La volpe e il Corvo, La Cicala e la Formica, La Lepre e la Tartaruga, Gli animali malati di peste, Il lupo e la gru. Le percussioni e le giocose sonorità dialogano dal vivo con i divertenti e ironici personaggi che tramandano importanti insegnamenti; animali portatori di vizi e di virtù di quell’umanità sempre uguale a se stessa, e che in queste storie si guarda allo specchio.

Il magico pifferaio: pensare la propria città attraverso la favola del Pifferaio Magico. Ecco quello che i bambini potranno fare, prendendo parte a questo nuovo spettacolo.
L’allarme è grande e i topi dappertutto. Due banditori diffondono a suon di tamburo la notizia in lungo e in largo e una giovane donna, portavoce del malcontento generale, sollecita il pubblico a seguirla al palazzo del Sindaco, per pretendere una soluzione. Arrivato per liberare la città dall’invasione dei topi, simbolo di incuria e inciviltà, si presenta uno strano personaggio: un suonatore di flauto. Lui, che sogna una città migliore, saprà sfidare l’inadempienza dei governanti e gli interessi dei più furbi, col potere della sua musica.

La rassegna “Fiabe di Primavera” continuerà ogni fine settimana fino al 9 giugno. Qui è possibile trovare il programma completo degli spettacoli.

Oggi Ocarina ascolta #126 – Sigla di Teen Titans

Oggi Ocarina ascolta la sigla della serie animata statunitense Teen TitansUscito nelle sale americane e italiane a partire dal 2003, il cartoon è ispirato all’omonima serie a fumetti che parla di un gruppo di supereroi adolescenti. Nello specifico vengono raccontate in maniera abbastanza comica e dai toni esasperati le storie di 5 personaggi, utilizzando diversi stili di disegno tipici dell’animazione giapponese come l’espressività eccessiva dei personaggi e la dinamicità delle situazioni.

Fin dalla prima messa in onda, la serie fu accolta dalla critica e anche dal pubblico in maniera molto positiva. Se inizialmente era destinata a bambini piccoli, successivamente  l’introduzione di molti più personaggi e di trame un po’ più complesse hanno permesso allo spettacolo di evolversi con il pubblico.

La sigla molto orecchiabile e divertente è cantata dal duo giapponese femminile Puffy AmiYumi, in due versioni: una in inglese e una in giapponese. Il tema cambia a seconda che la puntata sia più seria (inglese) oppure abbia dei toni più comici (giapponese).

Qui è possibile acquistare la versione in giapponese

Di seguito il video

Il fine settimana di Ocarina #126 – Teatro Testoni Ragazzi – Bologna

Questo fine settimana al Teatro Testoni Ragazzi di Bologna, tornano gli show dedicati a bambine e bambini piccoli.

Sabato 4 maggio alle 16.30 e domenica 5 maggio alle 10.30 va in scena “Spot”. Protagonista dello spettacolo è un narratore speciale: un faro teatrale. Un raconteur che si esprime disegnando forme e colori in movimento, capace di trasformare la propria luce nel giallo del sole, nel blu del mare, nella gioia di un incontro e molto altro ancora.
Uno show che è una tappa del percorso di ricerca sull’uso della luce nel teatro per la prima infanzia iniziato con “Sotto un’altra luce”, “On-off” e “Raggi di luce”.

Domenica 5 maggio alle 16.30 è sul palco la divertente versione di “Cappuccetto Rosso”. Due attori in scena raccontano la popolare fiaba, giocando ad interpretarne i personaggi e litigandosi il ruolo più ambito: quello del lupo.
Con “C’era una volta una piccola, dolce bimba di campagna…” inizia un gioco di narrazione nel quale i protagonisti diventano lupo o lupa, bambino o bambina, entrando e uscendo dal racconto più volte, proprio come fanno i bambini quando insieme giocano al “facciamo che io ero…”.
Una sequenza di scene che, tra corse, rincorse e tante risate, ricostruisce il percorso di Cappuccetto Rosso nel bosco.

Ma non finisce qui, il programma prevede altri appuntamenti maggio.  Tutti gli spettacoli sono messi in scena dalla Baracca-Testoni Ragazzi, compagnia che da più di 40 anni opera nel Teatro Ragazzi realizzando produzioni rivolte esclusivamente a bambini e ragazzi.

Qui è possibile consultare il calendario degli eventi del Teatro.

Oggi Ocarina ascolta #125 – 1979 – Smashing Pumpkins

Oggi Ocarina ascolta 1979 degli Smashing Pumpkins, famoso gruppo alternative rock statunitense. Scritto dal leader Billy Corgan, il brano è il singolo estratto dal doppio album Mellon Collie and the Infinite Sadness del 1995, lavoro forse più importante della band. In quel doppio album che segnerà la musica, grazie al suo formato biunivoco, la perfezione è raggiunta proprio grazie a 1979, canzone melanconica in cui la voce che sembra essere in stato di grazia, ci  accompagna un in un mondo nostalgico, disincantato e disilluso…cool kids never have the time canta lo stesso Corgan

Anche il video, diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris , sembra portarci in un’altra dimensione. L’idea è quella di rappresentare la periferia di Chicago, guardando con nostalgia bonaria al passato e all’adolescenza.

Buon ascolto!

p.s. Una dedica speciale per Iacopo!

Qui è possibile acquistare la canzone

Di seguito il video

Oggi Ocarina ascolta #124 – La Primavera – Antonio Vivaldi

Oggi Ocarina ascolta La primavera di Antonio Vivaldi, il primo dei quattro concerti scritti dal compositore veneziano intorno al 1730. Un’occasione per celebrare la stagione più bella dell’anno ma anche l’uscita della nuova Ocarina Stradivari, l’edizione limitata, realizzata artigianalmente in legno di ciliegio Toscana. Lanciata sul sito da solo un giorno, Stradivari sta già riscuotendo un grande successo tra clienti di tutta europa, curiosi di scoprire questo music player esclusivo che va ad impreziosire la famiglia Ocarina.

Oltre alle tracce presenti nella configurazione classica, Stradivari contiene una speciale playlist di musica classica. La primavera è una delle canzoni presenti. Si tratta del celebre concerto in tonalità Mi Maggiore, che descrive tre momenti della stagione: il canto degli uccelli (allegro), il riposo del pastore con il suo cane (largo) e la danza finale (allegro). Così come gli altri tre concerti, La primavera è interpretata da un’orchestra di soli strumenti ad arco e fu ispirato da un sonetto scritto da Vivaldi stesso.

Qui è possibile acquistare la traccia

Di seguito è possibile ascoltarla

Il fine settimana di Ocarina #125 – La Scienza dei Supereroi! – Napoli

Se siete alla ricerca di una Pasqua davvero divertente per i vostri bambini, alla Città della Scienza di Napoli è in programma un weekend dedicato ai Supereroi!
Da piccolo, chi non ha sognato almeno una volta di voler essere o diventare un Supereroe? C’è chi preferisce SpiderMan, chi Batman… sappiate che tutti hanno qualcosa in comune: la Scienza
Dal 19 al 22 aprile, alla Città della Scienza, sarà possibile approfondire come funzionano i poteri dei super eroi: gli ultrasuoni in Batman o la forza Hulk, attraverso laboratori di manualità, creatività, ed esperimenti.

Per tutti e quattro giorni durante la visita guidata alla Mostra Corporea, i bambini potranno partecipare al laboratorio Forzuti come l’Incredibile Hulk: Forza, Resistenza, Velocità, Agilità e Riflessi sovrumani, tutti questi sono i Superpoteri dell’Incredibile Hulk, uno dei personaggi più potenti dell’Universo Marvel! Riesce a sollevare anche più di 100 tonnellate. E tu? Quanti chili riesci a sollevare? Che forza è necessario applicare per poter alzare 30 kg?
Il 19 e il 20 aprile alle ore 11.00, 12.00, 13.00 è in programma un approfondimento sulle Scariche di Thor
Quanta elettricità può sopportare il nostro corpo? Dai fulmini alle sedie elettriche, passando per il nostro celeberrimo Drizzacapelli, rimarremo di stucco davanti alle potenzialità del nostro corpo.
Il 19 aprile alle ore 11.30, 14.30 viene organizzato il laboratorio
Nei panni di un Supereroe : Se dovessi rappresentarti come un Supereroe, che poteri straordinari vorresti avere? Disegna te stesso nei panni di un supereroe e inizia a giocare!
Il 20 e 21 aprile grande divertimento con A testa in giù: L’Uomo Ragno. Parlando di 8 zampe e 4 occhi, nella mente di ogni bambino si forma l’immagine di un “mostruoso” e “famelico” ragno! Ma i ragni fanno davvero così paura? Se lo chiedessimo a Spiderman, sicuramente ci direbbe di no!
Il 20, 21 e 22 aprile alle ore 13.45 è in programma Mister Fluorescenza: Un supereroe dal potere abbagliante. Un personaggio tutto da scoprire, dal travestimento stravagante e da una luce abbagliante che acceca chiunque lo guardi. Hai voglia di scoprire cosa nasconde?
Tutti i giorni dalle ore 10.30, 11.30, 12.45, 14.15, 16.15 si tengono infine le Letture Animate. I bambini lasciandosi ispirare dalle parole di una fiaba animata, realizzeranno il loro disegno personalizzato!

Qui è possibile trovare il programma completo

Oggi Ocarina ascolta #123 – La sigla di Capitan Harlock

Capitan Harlock compie 40 anni e Ocarina per festeggiare ascolta la sigla iniziale di questo mitico cartone che ha conquistato il cuore dei bambini per tante generazioni.

Era proprio il 9 aprile del 1979 quando “sbarcava” in Italia, nei palinsesti della RAI, il pirata spaziale, dall’inconfondibile mantello nero e la cicatrice in viso, malinconico e generoso, Capitan Harlock!.

Per il pubblico, abituato alle battaglie tra robot di Goldrake, fu un colpo di fulmine, ma anche la scoperta di un nuovo tipo di fantascienza, diversa, romantica e introspettiva. La storia stessa di Capitan Harlock, ambientata nell’anno 2977, è ricca infatti di spunti di riflessione anche per il pubblico più adulto:  l’ero giapponese si ribella al governo della terra e all’apatia generale che la caratterizza, diventando una sorta di fuori legge dello spazio, a bordo dell’astronave Arcadia

A rendere Capitan Harlock ancora più immortale, la sigla, scritta da Luigi Albertelli e poi eseguita da La banda dei bucanieri. Il brano fu censurato dalla RAI che sostituì i versi “Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà, vola all’arrembaggio però un cuore grande ha” con una ripetizione di “Nel suo occhio c’è l’azzurro, nel suo braccio acciaio c’è, nero è il suo mantello, mentre il cuore bianco è”

Ed ora siete pronti a fare un salto nel passato?

Qui potete acquistare il brano 

Di seguito il video

Oggi Ocarina ascolta #122 – Bimbo mio– Elisa

Oggi Ocarina ascolta Bimbo mio, dolce ninna nanna interpretata da Elisa, presente nella versione italiana di Dumbo, il nuovo film in live action diretto dal grande Tim Burton. Uscito nelle sale da poco più di una settimana, il remake del classico Disney, con protagonista l’elefantino dalle grandi orecchie, ha già spopolato e fatto commuovere migliaia di bambini. 

Bellissimo e toccante l’iconico brano Baby Mine (Bimbo mio), già contenuto nella colonna sonora del Dumbo classico del 1941, premiata con l’Oscar.

E propio per cantare in Italiano questo bellissimo pezzo, Tim Barton, ha scelto la voce dolce e cristallina di Elisa. Ne è venuta fuori un brano toccante con un’inedita melodia, ideale da far ascoltare ai bambini per rilassarsi e per addormentarsi. Bellissima anche la versione originale Baby mine interpretata dagli Arcade Fire.

La canzone ancora una volta accompagna uno dei momenti più commoventi della fiaba: la mamma dell’elefantino, rinchiusa in una gabbia, accarezza il suo piccolo con la proboscide attraverso le sbarre di ferro.

Anche Elisa, che tra l’altro nel film ha prestato la voce a Miss Atlantis, la sirena del Circo dei Fratelli Medici, ha ammesso di aver provato una grandissima emozione nell’interpretare  una canzone che “ha sempre fatto vibrare le corde del suo cuore”, come figlia quando ero piccola e ora come madre.

Qui potete acquistare Bimbo mio, Qui Arcade Fire

Di seguito il video di Baby Mine, interpretata dagli Arcade Fire:

Il fine settimana di Ocarina #124 – Teatro in fasce – Milano

Dopo il successo dell’edizione autunnale,  domenica 7 aprile, presso il Centro Amamente di Milano, torna il Teatro in fasce.
Per tutta la primavera sono in programma nuovi spettacoli adatti a bambini da 0 a 3 anni. Questa domenica, il primo appuntamento alle ore 10,00 e alle 11,15: Giallo, rosso e… tu – Il giardino segreto.

Grazie alle avventure di Lalla, Marco e Mastro, attori professionisti che sono anche educatori e pedagogisti, i piccoli impareranno a riconoscere nuovi suoni, parole, colori ed emozioni. 

Il Teatro in Fasce è il primo spettacolo teatrale interattivo e psico-educativo dedicato ai piccolissimi, anche neonati che, come confermano gli studi scientifici e le neuroscienze, non vedono l’ora di scoprire il mondo con occhi, mani, bocca, orecchie e naso… Accanto o in braccio a mamma e papà!  

Attraverso il linguaggio molto familiare, immediato e semplice quale appunto la finzione narrativa, i bambini hanno, infatti, la possibilità di apprendere molto più velocemente e di acquistare sempre più consapevolezza delle proprie emozioni. 

Ogni storia messa del Teatro in fasce è interpretata dalla Compagnia Amamente composta da attori professionisti ed è realizzata con la supervisione e l’attiva partecipazione registica di esperti pedagogisti e neuropsicologi con alta formazione e pluriennale esperienza nella fascia di età 0-3 anni. 

Il Teatro in fasce continua il 12 maggio con L’orto delle meraviglie

Qui potete trovare maggiori informazioni su tutti gli appuntamenti proposti dal Centro Amamente